A ragione di un’antica amicizia di famiglia sono stato invitato alla cerimonia per la consegna del “Paul Harris Fellow” a Guido Silvestri.  E’ indubbiamente importante che gli sia stata assegnata la più significativa onorificenza rotariana; ciò non solo per la brillante carriera che lo vede da oltre dieci anni al lavoro in prestigiose università degli Stati Uniti (ora è professore di ruolo presso l’Università di Pennsylvania a Philadelphia, dove dirige anche il servizio di virologia clinica). Per noi senigalliesi Guido è il figlio del professor Giorgio Silvestri, medico ematologo che tutti, non solo in città, conosciamo molto bene per la lunga e qualificata attività di sanitario ospedaliero. Così conosciamo anche la mamma, la signora Gabriella, medico anche lei, che ha prestato la sua opera come pediatra, fino al raggiungimento della pensione, sempre qui nella nostra città.

Essendo quindi presente alla serata, organizzata dal locale Rotary Club, ho registrato il discorso (anche l’operazione è stata condotta un po’ alla garibaldina,  quindi  mi scuso per la qualità). Discorso che Guido Silvestri ha rivolto ai presenti al termine della breve cerimonia di conferimento del premio. Continua a leggere…

Il funerale di Neruda

“Ottimo” per La Stampa, che gli assegna il massimo del punteggio, 5 asterischi; “imperdibile” per La Repubblica.
Stiamo parlando delle recensioni di dicembre scorso dello spettacolo teatrale Il funerale di Neruda. Garofani rossi per Pablo, durante il tour di rappresentazioni in Cile, iniziato con la prima al Museo della Memoria di Villa Grimaldi, il famigerato carcere clandestino durante la dittatura di Pinochet. Continua a leggere…

Partito in autunno con alcuni incontri informali preparatori, che hanno visto coinvolti diversi blogger cittadini, me compreso, ecco che parte “Senigallia 2.0“, una serie di conferenze e workshop per fare informazione e formazione sul tema “Internet”.
L’idea, nata e sviluppata da Andrea Garbin (responsabile Informagiovani, Mediateca e politiche giovanili del Comune di Senigallia), è quella di condividere esperienze e conoscenze legate al mondo del web. Moltissimi i temi trattati, in un percorso che arriverà fino all’estate.

L’evento sarà presentato nel dettaglio lunedì prossimo, in una apposita conferenza stampa. Invito Andrea, e con lui il Comune di Senigallia, ad essere “2.0” fin da subito, allestendo la conferenza stampa sul web, magari in diretta streaming, grazie al servizio predisposto per le sedute del Consiglio Comunale. I tempi e le tecniche sono sufficientemente maturi perché ciò sia possibile, opportuno ed entusiasmante.

Vi lascio alla presentazione del progetto Senigallia 2.0 predisposta dallo stesso Andrea Garbin. Continua a leggere…

Non chiedetemi perché, o meglio se volete chiedetelo pure, ma la risposta potrebbe essere lunga e complessa. Tra le tante passioni che danno contenuto alla mia vita c’è anche quella per l’olivo e per l’olio.
Se posso mi informo, leggo e qualche volta ho anche scritto su questo argomento. Lo faccio per condividere con altri questo genere di interessi, ma – lo ammetto subito – anche per rendere meno frequenti e probabili le gravi e perduranti disinformazioni in proposito.

E ‘incredibile come un prodotto che da millenni è sulla mensa dell’uomo, e che tutti i giorni costituisce elemento essenziale della nostra alimentazione, possa essere vittima di così tanta e radicata disinformazione. Quali saranno i motivi? Per di più, proprio nella nostra regione, le Marche, abbiamo non poche eccellenze nei campi dell’informazione, della ricerca e della divulgazione sull’argomento. Un mistero come ciò possa accadere; un mistero che non va accettato passivamente e quindi, anche con questo contributo cerco di contrastarlo.

Secondo lo spirito del sito dai molti interessi, il nostro Popinga, cominciamo con il podcast di un convegno. Trattasi di una giornata di studio organizzata ad Ascoli Piceno, nella storica sede dell’Istituto Tecnico Agrario Statale “Celso Ulpiani”. Qui si sono riuniti quattro indiscussi esperti della materia che hanno proposto dati assai interessanti sulle olive da tavola, sull’olio estratto dalla varietà “Ascolana Tenera” e più  in generale sugli aspetti nutrizionali del frutto e dell’olio. Continua a leggere…

Domenica 7 dicembre si è tenuta a Senigallia, presso l’Auditorium S. Rocco, la quinta edizione dei “Percorsi di solidarietà”, la manifestazione di beneficenza ideata da Marco Severini e Alessandro Giamberti in favore del’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo.

L’associazione onlus con sede a Milano ha beneficiato anche quest’anno della sensibilità di numerosi senigalliesi – oltre 70 i presenti – che si sono ritrovati per ascoltare la relazione sull’attività dell’Associazione svolta dal dr. Giamberti, come sempre corredata da un ricco apparato di fotografie realizzate in Camerun, dove si sta completando la costruzione di un moderno ospedale voluto dall’Associazione, e presentare l’ultimo libro del prof. Severini (Università di Macerata), intitolato Le storie degli altri (Edizioni Codex, Milano 2008). Continua a leggere…

Dalle ore 21.15, dal Centro Sociale Saline di Senigallia, è in corso la prima serata della rassegna “Scripta Volant – Incontri d’Autore“. Lo storico Marco Severini presenta il suo ultimo libro: “Girolamo Simoncelli – La storia e la memoria”.

Popinga è presente all’evento, con una trasmissione in diretta. Seguila qui sotto. L’intera registrazione audio è liberamente scaricabile (in formato mp3) a questo indirizzo.

Quasi tre anni fa, ai tempi del referendum sulla legge 40 (quello riguardante la procreazione medicalmente assistita), Anna Maria Bernardini organizzò un dibattito coinvolgente e raro, almeno dalle nostre parti. Allora si confrontarono Roberto Paradisi e Antonio Tombolini.

Ora Anna, insieme con Roberto, torna sul luogo del delitto con una proposta attuale e stimolante come allora: un confronto a quattro intorno al tema dell’aborto, o più esattamente della legge che lo ha legalizzato ormai trent’anni fa: la 194/1978. Continua a leggere…

Un concerto per voce di sopranista e clavicembalo al Teatro Carlo Goldoni di CORINALDO.
Venerdì, 7 marzo 2008 alle ore 21. Ingresso Libero.

Il titolo del concerto ha tutto il gusto barocco del genere musicale presentato: il canto funambolico e teatrale dell’antica voce di sopranista (quella di Farinelli, per intenderci) accompagnato da uno strumento d’epoca: il clavicembalo. Per gli amanti dell’opera barocca e della musica del Settecento si eseguiranno nella bella e rinnovata cornice settecentesca del Teatro Goldoni di Corinaldo arie d’opera degli autori più acclamati del Settecento: Vivaldi ed Haendel. Continua a leggere…

Cose di CRI9-9-45

Amore mio carissimo
da tanto tempo non ricevo più tue notizie.
Spero sempre al bene.
Voglio sperare che sempre tu mi voglia bene
come all’ora e come io ti amo tutt’ora.
Spero presto poterti riabbracciare unita
ai tuoi genitori. Stiamo tutti bene
come speriamo sia pure di te.
Saluti infiniti. Bacioni da chi sempre ti ama
e ti amerà sempre

Tua Tilde
xxxxx

Così scriveva Matilde a suo marito Bruno, prigioniero nel 1945 nel campo #629 di Working Coy (GB). Continua a leggere…

Nel contesto della rassegna “Uomini e paesaggi”, al museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi” si aprirà domani 17 agosto, alle ore 18.30, la mostra sulle “Case coloniche marchigiane“, con fotografie da me riprese e testi di Renzo Paci, donate al Museo nel 1994.

La serata si aprirà con la conversazione di Augusta Palombarini dal titolo “La casa colonica marchigiana“.

Mostra fotografica in ricordo di Renzo Paci - locandina

Frequentavo ancora la scuola media ed ero allievo di sua moglie quando conobbi Renzo. Sorridente, attento, ironico e curioso, leggeva seduto in poltrona, nel giardino della sua villetta. Il “professore” m’interrogò subito sulla “lasca”, un piccolo pesce d’acqua dolce, molto frequente nel fiume Misa, dove ai tempi davo sfogo alla mia passione per la pesca. A lui questo nome evocava un letterato del Cinquecento che non avevo mai sentito nominare. Collegare questo nome all’oggetto della mia passione fu un modo per renderlo indelebile così come questo primo colloquio. Continua a leggere…