E’ online l’intervista che è stata concessa a Radio Città del Capo dal prof. Sergio Focardi, uno dei due inventori del’Energy Catalyzer (di cui già abbiamo scritto), ma anche un ottimo comunicatore. Buona visione.

Devono essere adottate opportune cautele per ostacolare operazioni di duplicazione massiva dei file contenenti dati personali da parte degli utenti della rete, rinvenibili sui siti istituzionali delle amministrazioni, mediante l’utilizzo di software o programmi automatici, al fine di ridurre il rischio di riproduzione e riutilizzo dei contenuti informativi in ambiti e contesti differenti.

Chi può aver detto, anzi scritto, una frase del genere? Chi, se non il Garante della Privacy? Continua a leggere…

L’associazione Openpolis ha presentato, lunedì scorso a Palazzo Madama, il rapporto Camere Aperte 2011 e avvia la campagna di tesseramento 2011. L’evento è interamente riproposto da Radio Radicale a questo indirizzo, oppure qui sotto.


Continua a leggere…


Mostra di opere del poeta e pittore (nonché commentatore di questo blog) Enrico Dignani
Da giovedì 3 marzo, alle ore 21,30
presso l’Osteria Zabumba, Via Marchetti 7 – Senigallia

Sia che si tratti della scoperta del secolo (o del millennio) sia del più grande imbroglio dell’epoca moderna, quanto avvenuto il 14 gennaio a Bologna merita molta attenzione. Per la prima volta in Italia, davanti a circa 50 esperti di fisica nucleare, è stato mostrato il funzionamento di un cosiddetto “catalizzatore di energia” (energy catalyzer, in breve E-Cat) che, utilizzando nichel ed idrogeno, sembra in grado produrre (molta) più energia di quella che consuma (circa 30 volte). Andrea Rossi, ingegnere e Sergio Focardi, fisico, lo hanno ideato, brevettato, e vorrebbero presto venderlo, tant’è che in pochi sanno come funziona esattamente, visto che il segreto industriale lo fa essere ancora una scatola nera. Continua a leggere…

La soluzione, se ti serve, la trovi qui.

Continua a leggere…

Spinti dalle considerazioni fatte a proposito della nomina del nuovo Difensore Civico Regionale, e delle successive vicende riassunte in un precedente post,  abbiamo deciso di “bussare a palazzo”, di persona. Di seguito riportiamo stralci di una franca chiacchierata avuta con il Presidente Vittoriano Solazzi.

Quanto ci ha spiegato tende a sottolineare che secondo lui la figura del Difensore Civico regionale è cambiata: “non è più Difensore Civico, ma ha l’incarico di Ombudsman e questo non è irrilevante soprattutto per i compiti che l’Ombudsman, diversamente dal Difensore civico, si vede attribuiti”. Questione di “lana caprina” in quanto anche se nelle Marche, di recente, le competenze del difensore civico sono state ampliate ai diritti dei minori e dei detenuti, questa istituzione s’incentra sulla vigilanza del buon andamento dell’attività amministrativa, ed è predisposta per tutelare le persone dagli abusi commessi dalla pubblica amministrazione. Continua a leggere…

Domandare è lecito, conoscere è doveroso, condividere è opportuno. Almeno quando si tratta di questioni che coinvolgono le massime figure istituzionali. Alla vigilia dell’approdo in Consiglio Comunale del nuovo “Piano degli arenili”, vogliamo accendere i riflettori su uno dei suoi massimi sponsor, il Presidente del Consiglio Comunale di Senigallia, Enzo Monachesi. Fu suo l’annuncio in anteprima del Piano, addirittura prima dell’assessore all’Urbanistica. Oggi è anche il coordinatore cittadino esponente del partito di Antonio Di Pietro, quell’IdV che a Senigallia definisce la nuove previsioni urbanistiche degli arenili una “spinta propulsiva all’economia“.

A nome di Monachesi una semplice ricerca sul sito comunale fa emergere una dozzina di “atti” riguardanti la sua attività di imprenditore balneare, a partire dal 2004. In parte citati qualche tempo fa, essi giacciono negli archivi del Comune e rimangono pubblicamente visionabili da chiunque si colleghi al sito web istituzionale. Cosa emerge dai documenti? Continua a leggere…

Il Consigliere Comunale Simeone Sardella l’ha rivolta all’Assessore al Bilancio, Francesca Michela Paci. Sardella chiede di conoscere come si sta muovendo l’Amministrazione Comunale su questo progetto, già inserito nel programma elettorale. L’Assessore Paci spiega, sinteticamente, quanto il Comune sta facendo, anche insieme ad InformaEtica e con il convegno “Fammi Sapere”. Buon ascolto.

Ecco il comunicato stampa con il quale il Comune di Senigallia ha informato sul convegno “Fammi Sapere“, che si terrà alla Rotonda a Mare di Senigallia il prossimo 20 novembre. Ti invito a partecipare. Se vuoi segnalarci la tua presenza, utilizza questa pagina, l’evento Facebook oppure scrivi direttamente a noi.

Comunicato stampa

Sfruttare le nuove tecnologie per proseguire il cammino intrapreso sulla trasparenza: questo l’obiettivo che l’Amministrazione Comunale intende raggiungere mettendo a disposizione di tutti, attraverso la rete internet, un’ampia serie di dati e di provvedimenti normalmente in possesso delle pubbliche amministrazioni per lo svolgimento delle loro funzioni.

Continua a leggere…