Disponibili tutte online le 12 registrazioni audio-video di “Contro Corrente“, il ciclo di appuntamenti organizzato dall’Osservatorio Misa presso la sede dell’Associazione Confluenze.

Buon ascolto.

La presentazione tenutasi a Borgo Bicchia circa un mese fa, che abbiamo qui riproposto, è stata anche una preziosa occasione per un confronto pubblico tra i Comitati alluvionati Senigallia, rappresentati dal loro portavoce Corrado Canafoglia, ed alcuni amministratori del Comune di Senigallia, in particolare l’assessore all’Urbanistica Simone Ceresoni e l’assessore ai Lavori Pubblici e Vicesindaco Maurizio Memè.

Un dibattito franco, vivace, a tratti duro ma di sicuro interesse. Buon ascolto.

Quando si analizza una alluvione lo si deve fare nella sua interezza e completezza. Dopo averne capito le cause, bisogna proporre e realizzare interventi intelligenti e duraturi, non frutto dell’emotività. L’Osservatorio Misa, dopo un ampio confronto interno, propone questo ciclo di appuntamenti per sviscerare tutte le problematiche e trovare possibili soluzioni, sviluppate da tecnici ed esperti. L’obiettivo è sicuramente ambizioso, è la scelta dell’Osservatorio Misa di studiare e proporre soluzioni giuste e efficaci, con il coinvolgimento fondamentale dei cittadini, per una maggiore sicurezza del fiume Misa.

Ecco il programma degli incontri. Continua a leggere…

Lo aveva provocatoriamente chiesto il Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, rispondendo agli attacchi che da più parti gli arrivavano, in merito alle osservazioni al Piano di Assetto Idrogeologico che il Comune di Senigallia ha inoltrato alla Regione Marche nel 2001, e che quest’ultima ha accettato un anno più tardi.

Il Sindaco Mangialardi interviene sulle modifiche al Piano di Assetto Idrogeologico

In sintesi, quelle osservazioni hanno ridotto le aree classificate a rischio inondazione, come si può vedere dalle cartine seguenti: quella di sinistra rappresenta la proposta iniziale della Regione, quella di destra il progetto così come approvato, a seguito delle osservazioni presentate sia dal Comune di Senigallia sia da privati cittadini. Le aree in rosso sono classificate ad alto rischio (R4), quelle in giallo a rischio moderato (R3). Continua a leggere…

Il Coordinamento dei Comitati degli Alluvionati, attraverso il suo portavoce, l’avv. Corrado Canafoglia, espone i risultati raggiunti e gli obiettivi finali: la messa in sicurezza del fiume Misa e il risarcimento dei danni.

L’incontro pubblico si è tenuto a Borgo Bicchia venerdì 12 dicembre 2014.

Lo scorso 12 giugno, grazie all’associazione Confluenze ed ad alcuni comitati di cittadini alluvionati, è stato possibile ragionare lucidamente e confrontarsi pubblicamente su cosa è accaduto il 3 maggio al nostro fiume Misa: un primo approfondimento tecnico per iniziare a capire, con dati oggettivi alla mano, e un approccio scientifico in testa. E soprattutto un obiettivo primario: adoperarsi per mitigare il rischio idrogeologico nella nostra zona, perché avvenimenti come quello del 3 maggio non accadano più, o per lo meno, non con quella gravità.

Oggi è possibile riascoltare la registrazione completa della conferenza, suddivisa nei singoli interventi. Inoltre è possibile rivedere le quattro relazioni tecniche accompagnate dalle stesse diapositive proiettate durante il convegno. Eccole:

Buona visione.

C’è una lapide in alto a destra sotto il portico del comune. E’ del 1939. Credo che sia una delle cose più comiche che possano offrire i muri di questa città. Riproduco qui sotto le parole:

A MEMORIA IMPERITURA
DI MEDERICO PERILLI
PROGETTISTA GENIALE
E DIRETTORE DEI LAVORI
ONDE IMBRIGLIATO
IL CORSO DEL FIUME
DA NUOVE ALLUVIONI
LE TERRE INTORNO
FURON LIBERATE PER SEMPRE
IL CONSORZIO DEL MISA
PLAUDENTE IL COMUNE
POSE

1939 – XVIII

Continua a leggere…