Reduce dalla per me altamente gratificante lettura del bel saggio sui cibi di Bressanini, sono andato alla ricerca di qualche informazione recente sul nucleare. La lettura di “Pane e Bugie” mi ha infatti stimolato la riflessione sul fatto che queste tipologie di miti, pregiudizi, paure, si esercitino non solo sugli alimenti ma su tutto quello che riguardi argomenti tecnici e scientifici. Continua a leggere…

Intervenuto a Senigallia lo scorso 12 dicembre al convegno “Energie, Approvvigionamenti, Impieghi”, il prof. Giorgio Turchetti, professore ordinario di fisica presso l’Università di Bologna, direttore del Centro Interdipartimentale «L. Galvani», ha parlato delle prospettive dell’energia nucleare in un futuro di medio-lungo termine.

Qui riproponiamo l’intervento del fisico nella forma di uno “slidecast“, dove l’audio della conferenza è accompagnato dalle slide proiettate durante la conferenza; le diapositive sono sincronizzate con il parlato. Buon ascolto (e buona visione!).

View more documents from Kees Popinga.

5 agosto 1985 a Parigi: il titolo del volantino

E’ una data che ricordiamo tutti qui in casa. La ricordiamo bene quella mattina del 5 agosto quando da Ankara a Washington, da Atene a Berlino Est e Ovest, da Mosca a Madrid, da Praga a Roma, da Belgrado a Budapest avevamo deciso, come Partito Radicale, di manifestare nelle piazze di dodici capitali, allo stesso momento.

Il giorno successivo, 6 agosto, sarebbe stato il 40° anniversario dell’esplosione della prima bomba atomica, quella lanciata su Hiroshima. Una manifestazione in grande stile per le nostre piccole forze, una presenza simbolica per far riflettere come, dopo quasi mezzo secolo dalla fine della II guerra mondiale, anche soltanto “gli strumenti di guerra costituiscono essi stessi delle minacce per la pace”.

5 agosto 1985 a Parigi: il cellulare della Polizia con il quale siamo stati portati via5 agosto 1985 a Parigi: davanti all’Eliseo

Continua a leggere…