Continuiamo ad occuparci del convegno “Palazzo Gherardi: quale futuro?“, organizzato dall’Associazione Palazzo della Cultura. Oggi concludiamo la pubblicazione dei podcast con le domande e le osservazioni del pubblico in sala. Tra gli interventi, segnaliamo quello di Silvio Pasquini, presidente del Gruppo Imprenditori Senigalliesi, che ha espresso una posizione nettamente contraria al reimpiego di Palazzo Gherardi come museo o scuola.

Egli, per rispondere a Lanfranco Pace, non ritiene che la cultura appartenga ai muri, ma semmai ai maestri che l’hanno animata, e ritiene ingiusto affermate che spostare una scuola significa peggiorarne la qualità.

Pasquini considera “vaga” l’idea di un “Palazzo della Cultura” al posto dell’ex liceo classico. La struttura vale, ad oggi, circa 5 milioni di euro. Per ristrutturarla e metterla a norma servirebbero altri 3 milioni di euro. Dunque sarebbero otto i milioni di euro che il Comune di Senigallia dovrebbe congelare e distogliere da altri impieghi.

Tutto questo quando Senigallia ha già numerosi spazi per la cultura, molti dei quali concentrati nel centro storico. Con il nuovo “Piano Cervellati”, che cerca un recupero residenziale del centro, ben si coniugherebbe, secondo Pasquini, il progetto di un Museo Giacomelli nell’area ex Sacelit, un nuovo polo alternativo al Centro Storico, una struttura moderna, e disponibile a costi sostanzialmente nulli.

1 Commento

  • 1. lorenzo (8 novembre 2008, 4:51 pm) :

    Caro Marco,
    sono ricaduto in questa pagina per pura casualità.
    Volevo comunque congratularmi per questi tuoi lavori sempre all’avanguardia della tecnologia.
    Eccellenti sono le registrazioni delle conversazioni.

    Lorenzo
    stancoinvacanzaasenigallia

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>