E’ passato più di un mese da quando, uscito di casa sotto la pioggia, mi sono recato nei medesimi luoghi dove avevo scattato le fotografie del precedente post.
Ora c’è poco, pochissimo da scrivere.

Ristagno d’acqua su Via delle Saline (Senigallia)Ristagno d’acqua su Via delle Saline (Senigallia)
Ristagno d’acqua sulla strada delle Saline, da poco rinnovata; a sinistra a dicembre 2008; a destra un mese dopo

Il messaggio per voi nostri affezionati lettori è dato dalle immagini scattate nel medesimo punto, a distanza di un paio di mesi. Purtroppo, come si vede, nulla era stato fatto nel frattempo.
Nulla equivale a nessuna manutenzione, per quanto minima ed essenziale possa essere.
Si potrebbe anche aggiungere che ciò discende dalla nota regola, così ancora una volta confermata, che dice: “Molte inaugurazioni, nessuna manutenzione”.

kif_2828_rid_02Senigallia, via delle Saline
Ristagno d’acqua sulla rotatoria di strada delle Saline; a sinistra a dicembre 2008; a destra un mese dopo

Mi permetto una nota, questa: il caso preso è un esempio puntiforme. Nel vasto territorio comunale vi sono diverse situazioni, ambienti e strutture la cui responsabilità afferisce alla pubblica amministrazione. Talvolta anche i privati sarebbero tenuti ad intervenire, ma se non c’è il cane da guardia che abbaia …
Purtroppo quindi il degrado è diffuso e manifesto dappertutto.
Dal mio punto di vista, pur non trovandomi spesso a gironzolare, è stupefacente come ci sia tanta trascuratezza. Come amministratori, tecnici, vigili urbani non alzino un dito, non si preoccupino di queste persistenti situazioni che spesso hanno risvolti legati alla sicurezza, ma che sempre incidono sulla durata dei beni e sulle diseconomie di gestione del patrimonio pubblico .

kif_2832_rid_03Caditoia, Senigallia
Caditoia su Strada del Cavallo (imbocco strada della Mandriola); a sinistra a dicembre 2008; a destra un mese dopo

E’ un fenomeno generalizzato anche se voglio segnalare un caso in controtendenza. Uno per tutti in quanto, giorni fa, ho incontrato un tecnico comunale che aveva in tasca un taccuino. Pensate cosa mi ha detto. Quando esco dall’ufficio prendo nota circa gli interventi indifferibili da prospettare alla mia squadra. Non faccio il nome: essendo costui di buon esempio potrebbe anche venir redarguito!

1 Commento

  • 1. Gabriele (5 marzo 2009, 12:34 pm) :

    Giusto quanto è scritto nell’articolo; c’è poco, pochissimo da scrivere; magari quando saranno terminate le case in costruzione nella strada delle saline, e in vista delle elezioni che per quel tempo si terranno, l’amministrazione per accaparrarsi qualche voto metterà mano al problema; ma per ora voti da lì non arrivano.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>