Il podcast della conversazione di Adriana Palombarini al Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi” di Senigallia

Come di tradizione, tutte le estati, l’accogliente sede del Museo ed il bellissimo chiostro di Santa Maria delle Grazie ospitano gli incontri denominati “Uomini e Paesaggi”.
Una iniziativa sulla scia del concerto estivo organizzato da Sergio Anselmi, promossa da Ada Antonietti e Remo Morpurgo dal 2005. L’intento principale è quello di approfondire la storia locale. Ancor meglio, scrive la stessa Ada Antonietti che oggi dirige il museo, questi momenti di studio e di divulgazione concentrano la loro “attenzione all’ambiente contadino” in quanto è il substrato che “più di ogni altro ha segnato i tratti distintivi di questa regione”.

Venerdì 17 agosto, alle ore 18,30, si è tenuto il terzo dei cinque incontri di questa stagione. Relatrice la professoressa Augusta Palombarini, per gli amici Adriana, docente Università di Macerata ed allieva del compianto professor Renzo Paci, al quale si è voluto tributare un omaggio con questa serata e questa mostra, e al quale sarà dedicato il prossimo numero della rivista “Proposte e Ricerche“.

Con questa occasione si è anche inaugurata la mostra fotografica sulle “Case Coloniche Marchigiane”, mostra che raccoglie fotografie in bianco e nero ed a colori realizzate, nel 1983-84 da Gianluigi Mazzufferi per il volume “Insediamenti rurali, case coloniche, economia del podere nella storia dell’agricoltura marchigiana, a cura di Sergio Anselmi, Cassa di Risparmio di Jesi, 1986”.
La mostra aperta fino al 17 settembre, da martedì a domenica 8.30-12.00; giovedì e venerdì 8.30-12.00 e 18.00-20.00.
Queste fotografie sono state donate al Museo dopo una analoga esposizione, allestita nel 1994.

Chiostro di Santa Maria delle Grazie - il pubblico della rassegna “Uomini e Paesaggi”Augusta Palombarini

(Foto di Alberto Antonietti e Marco Cassani)

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>