Stavolta sembra che risponderà: magari non a tutte le questioni, ma risponderà.

Come preannunciato, in conclusione del precedente post, ho chiesto l’intervento della senatrice Silvana Amati, nostra concittadina nonché personaggio molto ben introdotto nelle questioni sanitarie.

Quindi i due big si debbono essere sentiti se dalla risposta della senatrice, questa si subito pervenuta, ho appreso che le domande, giudicate, “assai diverse per complessità e competenze”, non resteranno inevase. Non credevo davvero che affrontando argomenti di cui si parla tutti i giorni potessero emergere elementi di “complessità “, così come indicato. Però non immagino nemmeno che per un “manager” questo sia un ostacolo insuperabile.

Riporto tal quale quanto m’è stato dato per certo: “Il dott. Bevilacqua credo ti risponderà sui punti 1,2,3,4,5,6,8 e 9, che attengono più direttamente anche se non esclusivamente (parcheggi) alla sua competenza”.

Aggiungo una banale deduzione: bussare alla ASUR attraverso Palazzo Madama potrebbe essere la via giusta.

Quindi pur sempre in attesa di leggere le risposte, da condividere con i lettori di Popinga, mi permetto soltanto d’aggiungere che per la domanda n° 7, in quanto “non riguarda i soli pazienti ospedalizzati”, la senatrice Amati ha offerto la disponibilità “ad un intervento ispettivo o legislativo, anche con colleghi della attuale maggioranza qui al Senato”.

Se davvero leggeremo molto presto queste benedette risposte tutto il can-can che si trascina da mesi sarà servito a qualcosa. Come sempre, secondo il costume nazionale: una grande agitazione per un minimo risultato.

2 Commenti

  • 1. Daniel (11 giugno 2010, 1:08 am) :

    Ora la domanda è: ci sarà tempo per le risposte? Mi auguro che Bevilacqua sia riconfermato anche per questo: finalmente potrò leggere queste benedette risposte!

  • 2. dario.petrolati (11 giugno 2010, 12:13 pm) :

    In questo assai troppo schifoso momento non credo che i nostri(?)abbiano la disponibilità per noi gente che sa solo rompere le scatole mentre ci sono in gioco cose più importanti per esempio una carica per loro più comoda ed un ubbidire agli ordini di un d’Alema o simile.
    Dico quanto sopra e spero di fare una figuraccia in quanto dove risiedo io arrivano e vanno cose e persone che parlano sottovoce tra loro di fatti e misfatti che io comune cittadino manco mi sognerei dire o pensare.
    Voi laggiù a mezzo della brava sen. Amati e Gianluigi di riflesso vi battete per umane richieste che da tanto tempo avanzate senza avere udienza da chi dovrebbe invece per dovere prestarsi a che l’esistenza sia sempre meno “difficile”.
    A parte il pallone il campionato passato e le gare ora incipienti in Sud Africa che sta prendendo spazio mentale con scuse ed altro che manco La Lega si vergogna menzionare anzi gli altri quelli che sono alleati o avversari per finta esprimono sensazioni che sempre sui soldi va a finire-
    Taglio di premi dati poi (a chi?) pensioni con parificazioni tra uomimi e donne privati e statali protezione civile diffidata di andare all’Aquila chè ci sono i banditi che sparano allora succede che l’unica voce UNICA è quella di laura Boldrini che pure politicamente dovrebbe ubbidire al sig. b.
    Laura spiega con dovizia e magone tenuto con dignità che siamo mascalzoni e lei può parlare chè è stata ed è tuttora testimone altissima di quanto complici siamo stati e anche ora siamo portati con indifferenza usare scarpe chiodate sulle dita delle mani di chi cerca aiuto attaccato ai barconi
    Poi i gruppi alla camera ed in senato si fanno e disfano e lì c’è giro di soldi-Tutti- dunque attenti a non fare perdere le partite giocate bluffando.
    Appaiono volti di ragazzotti che vengono chiamati governatori chè sono stati eletti presidenti di regioni allora per seminare ancora più tensione si parla di stipendi e prebende sono cifre che debbo scrivere e riscrivere su carta per rendermi veramente conto di quali cifre stanno parlando quanti zeri hanno dopo la prima cifra
    insomma una sedia o poltrona suscita ire e gesti come la guerra dei cent’anni
    ed i palazzi ristrutturati coi soldi di fondazioni creano ulteriori giri di soldi che solo a respirare e magari guardare si corre il rischio di perdere il poco o il nulla che troppi di noi hanno in tasca.
    Comunque auguri perchè li meritate ed io sono una cassandra che deve tacere
    farsi i cavoli suoi camminare per altre strade.
    “cose”
    dario.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>