100_0051_mini

Sono ormai a cadenza settimanale, con grande eco sulla stampa locale, i blitz della Guardia Costiera, della Polizia Municipale e dei tecnici del Comune contro l’abusivismo sulla spiaggia libera.
Centinaia gli ombrelloni sequestrati, una montagna di attrezzature lasciate illegalmente sull’arenile da privati cittadini. In molti casi si tratta di manufatti fatiscenti e addirittura pericolosi.

Le Autorità fanno sapere che le operazioni di repressione proseguiranno anche nei prossimi giorni.
È troppo pretendere che la repressione (col dovuto risalto sulla stampa) prosegua anche nei prossimi mesi, a stagione finita, contro altri e ben noti abusivi in spiaggia?

2 Commenti

  • 1. GABRIELE 2 (9 agosto 2010, 9:55 pm) :

    Andrea, non saranno state sequestrate attrezzature balneari durante i sopralluoghi effettuati dalle autorità preposte, ma i verbali sono fioccati nell’ultimo inverno!!!! Lo dico con certezza, perchè ho parlato personalmente con chi è incappato nei controlli, oltre che in un paio di casi ero testimonee… Alcuni verbali prevedono sanzioni di qualche migliaia di euro. Nei casi più gravi è scattata la denuncia penale!! Sono operatore balneare da oltre trent’anni tra di noi ci si conosce e si sa un po tutto di tutti anche attraverso il nostro sindacato.

  • 2. Guido (8 novembre 2010, 8:34 pm) :

    Caro sig. Andrea, leggo dal Corriere Adriatico di oggi: “Piano degli arenili, la variante piace all’Idv”.
    Per farti continuare l’apprezzabile battaglia che hai iniziato, ci vuole il nome “Paradisi”? Oppure ti sei iscritto all’IdV?

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>