Gli scanner acquisiscono l’immagine di un documento, fotografia, pellicola, o simili, nello stesso modo di una video-camera o foto-camera, cioè facendo convergere la luce riflessa (o passante nel caso di pellicole) dalla superficie del supporto fisico da scansionare ad un microcircuito (chip) elettronico composto da una griglia di elementi semiconduttori.
Questi traducono la luce che gli investe in un segnale elettrico proporzionale al tipo e intensità della radiazione luminosa. Ogni elemento della griglia è composto in realtà da tre sotto-elementi, ognuno dei quali preposto a catturare uno dei tre colori primari: rosso, verde e blu (in inglese: Red, Green, Blue – da cui l’abbreviazione RGB). Continua a leggere…

Salvo casi particolari, lo scanner ‘casalingo’ sarà del tipo piano.
I maggiori produttori di scanner piani amatoriali, tutti di buona qualità, sono Canon, Epson e Hewlett & Packard (HP).

Se gli scanner piani sono inglobati in una macchina multifunzione che include una stampante, oppure se sono collegati ad un computer che a sua volta sia collegabile ad una stampante e a Internet, saranno fruibili le funzioni di copiatura ed invio via Fax dei documenti scansionati. Continua a leggere…

SCANNER A RULLO

Simili a delle piccole stampanti, sono in grado di scansionare velocemente grandi quantità di fogli singoli prelevati, come nelle stampanti, da un cassetto di alimentazione. Il software allegato alla macchina provvede a convertire il testo stampato o dattiloscritto sui fogli in file di testo (formati TXT, RTF, DOC, ecc.) o in formati testo + immagini del tipo PDF.
Altro esempio di questi scanner sono le macchine Fax a rullo. Continua a leggere…

Dopo che ne ha parlato Antonio, e proprio perché lo ha fatto lui, penso che qualcosa di serio ci sia. La domanda è semplice: dopo la musica e le immagini digitali, è in arrivo la rivoluzione del libro? Ovverosia: troveremo, leggeremo, scambieremo libri elettronici?

Finora non è accaduto sostanzialmente perché manca un buon strumento per leggere i libri in formato digitale. I monitor attuali sono scomodi, per diversi motivi. Ma qualcosa cambierà con i nuovi lettori, come questo della Sony, che costa 400 euro.
Poi, per chiudere il cerchio, ecco uno strano scanner per libri, che gira persino le pagine da solo. Chi ha orecchie per intendere…