Guido Silvestri sul Corriere della Sera

Toh! una piacevole sorpresa mentre sfoglio il Corriere della Sera. Nelle pagine dell’edizione domenicale dedicate alla “salute”, l’occhio cade, prima ancora dei titoli sulle immagini. Almeno per me, che ho avuto in casa per anni delle scimmie tra cui  proprio un cercocebo.  Mi trovo a fissare, pochi centimetri sotto il box con immagini e dati, il volto sempre sorridente del figlio di amici che conosco da una vita,  lui stesso mio amico: Guido.

Guido Silvestri è uno studioso, un medico ancor giovane. Concittadino senigalliese, quarantacinquenne, figlio di Giorgio e Gabriella medici e docenti universitari anche loro. Ha studiato ad Ancona, poi ha fatto ricerca negli Stati Uniti, quindi in Canada ed ancora negli USA. Qui è oramai ben radicato non solo ora come professore di patologia medica alla University of Pennsylvania Medical School di Philadelphia, ma anche con la famiglia, sua moglie e due bellissimi bimbi di cinque e due anni.

Così, ancora prima d’andare a leggere l’articolo, ho sentito quel pizzico d’orgoglio per l’origine comune e per la reciproca conoscenza, forse quel senso ancestrale d’appartenenza alla tribù. Guido  è uno dei nostri e magari ti viene da pensare anche che tu stesso, i “nostri”nel complesso, non hanno fatto molto per lui. Eppure Guido è così legato alle sue radici da proiettare ai suoi studenti, durante le lezioni, le immagini della nostra terra.  Pensate che con tutto quello che ha da fare riesce a seguire, costantemente e con acutezza, le vicende politiche della città di Senigallia. Addirittura anche quando sono di così infimo livello che meriterebbero d’essere del tutto ignorate.

Guido SilvestriSu cosa stia indagando oggi lo scienziato Silvestri ve lo dirà assai meglio di me Adriana Bazzi in questo scritto che a me sembra esemplare per chiarezza e linearità. Credo infatti che il testo consenta, anche ai profani di nozioni biologiche e mediche, di comprendere comunque il tema in cui Guido Silvestri si cimenta, con tanti altri studiosi in ogni parte del mondo, per vincere anche la battaglia contro l’AIDS.

So che a breve, forse  a giorni ci sarà un’altra occasione  di divulgazione sul medesimo argomento. Anche stavolta alla portata di tutti e non in esclusiva per gli addetti ai lavori, come accade per le pubblicazioni scientifiche e per i congressi in cui Guido Silvestri  e sempre e significativamente presente. L’ultimo appuntamento in cui l’abbiamo seguito è stato quello della 17^ Conferenza Mondiale sull’AIDS , tenutasi in Messico.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>