La vicenda che vede protagonista l’ormai ex difensore Civico Regionale, Samuele Animali, è per noi di grande importanza, sia nella forma che nel contenuto. Per questo abbiamo raggiunto l’avv. Animali per rivolgergli qualche domanda, alle quali lui ha gentilmente risposto.

1) Avvocato, ci sono ulteriori novità rispetto alla prima sua uscita, nella quale dava notizia della nomina del prof. Tanoni a suo successore presso l’ufficio del Difensore Civico regionale?

Della nomina sono stato avvertito ufficiosamente sabato 31 Luglio con un telegramma, ma soprattutto perché la direzione dell’Assemblea legislativa ha ritenuto di poter annullare tutti i miei appuntamenti.
Il provvedimento di nomina risale a venerdì 30. C’era Consiglio, ma l’assemblea non è stata avvertita della decisione del Presidente (come invece previsto dalla L.R. 34/96).

Il dott. Tanoni ha chiesto di poter subentrare immediatamente, mentre io ho chiesto tempo, per definire per quanto possibile le questioni più urgenti.
Tra lunedì e giovedì ho messo negli scatoloni gli effetti personali e copia dei documenti di rilevanza personale. Martedì 3 Agosto ho scritto una mail ai contatti presenti sul mio computer. Mercoledì 4 Agosto sono state disattivate tutte le mie password. Venerdì 6 Agosto il dott. Tanoni ha preso possesso dell’ufficio dalle mani del dirigente (risorse umane e attrezzature sono fornite dalla struttura amministrativa dell’assemblea).

Poiché non vi è stato preavviso della disattivazione delle password non ho avuto modo di scaricare tutti i miei documenti dalla mia postazione né di avvisare tutti i corrispondenti dell’ufficio e miei personali. Non ho modo di leggere la posta recapitata all’indirizzo di lavoro usato negli ultimi 4 anni samuele.animali@regione.marche.it (è un alias di samuele.animali@consiglio.marche.it), indirizzi sui quali presumo continui ad arrivare indifferentemente posta personale o di rilievo per l’ufficio, che io non posso leggere.

2) Conferma quanto riportato nel comunicato ufficiale del Consiglio Regionale circa l’avvenuto passaggio di consegne?

Io non ho firmato passaggi di consegne perché non c’erano le condizioni per farlo. Ricordo che quando fui io a subentrare al dott. Colli, passò più di un mese tra la nomina (che era stata preceduta dall’elezione) e il passaggio di consegne, ed eravamo in Gennaio, non alla vigilia delle ferie. D’altra parte ritengo che la nomina sia illegittima, per cui il passaggio di consegne (immediato) è un dato di fatto di cui altri si assumono la responsabilità. Semplicemente ero presente, e non ho potuto che prendere atto della circostanza che dovevo salutare i miei collaboratori.
Il comunicato ufficiale in effetti mi pare piuttosto lacunoso e comunque né la Presidenza né la direzione hanno ritenuto opportuno avvertirmi, interpellarmi o contattarmi – prima o dopo la “nomina” – se non, appunto, con un telegramma.

3) l’Ombudsman regionale dovrebbe essere eletto dal Consiglio Regionale, e non nominato dal suo Presidente. A noi non è riuscito di trovare traccia ne’ dell’elezione ne’ della nomina. Puoi darci indicazioni in tal senso?

Il Presidente ritiene sia applicabile la L.R. 34/96 (sulle nomine), per cui quando il Consiglio non riesce ad eleggere il difensore civico entro 30 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle candidature, provvede il Presidente con nomina entro 45 giorni. Ciò in virtù di un richiamo contenuto all’art. 4 comma 6 della L.R. 23/08, che peraltro parla di ineleggibilità e non delle modalità di elezione previste invece all’art. 3. In effetti lo stesso art. 3 comma 1 bis prevede che l’Autorità rimane in carica fino a 6 mesi in attesa che avvenga l’elezione, mentre il termine di 45 giorni di cui ci si è avvalsi nella circostanza è evidentemente ricalcato su quello ordinario di “prorogatio”.

L’elezione era all’ordine del giorno per il 15 di Giugno (e c’era già “un accordo”, dichiarazione a verbale del capogruppo PD). Non se ne fece nulla perché fu bloccata su invito dello stesso Presidente Solazzi, recependo un’indicazione del Presidente della Giunta che sulla scorta della manovra di Tremonti chiedeva tempo per esaminare la possibilità di riformare Enti come ERF, ERSU, ASSAM, per i quali erano previste delle nomine.

Aggiungo che nella documentazione che conosco non vi è traccia di comparazione o quantomeno di valutazione dei curricula volta ad accertare l’indipendenza dei candidati ovvero la loro competenza e l’idoneità dei loro requisiti. Ricordo che sia il Difensore civico sia i Garanti compiono, sotto la propria responsabilità di organo monocratico, atti che richiedono precise competenze giuridiche, quali, solo per fare un esempio, il riesame di istanze di accesso ai documenti ovvero l’assistenza ai detenuti in occasione di colloqui che debbono essere effettuati personalmente dal garante.

Vi sono grato per tutto ciò che vorrete fare semplicemente per diffondere quelle poche notizie che riescono a circolare; avendo bene o male lavorato in nome della trasparenza il silenzio su tutta la questione è ciò che più mi offende.

Samuele Animali

8 Commenti

  • 1. Raffaele Preite (31 agosto 2010, 8:41 pm) :

    Non posso che iniziare con il complimentarmi con questo Blog !
    In passato ho usufruito anche io dell’aiuto del Difensore Civico nella persona dell’avv. Animali. Ho trovato la collaborazione dell’avv. Animali altamente professionale. E’ stato sempre tempestivo e cortese nelle risposte.

    Non capisco proprio come si possa far gestire un incarico che richiede ampie conoscenze giuridiche da una persona, anche se dotata di laurea, non ha studi che certificano la propria preparazione nella materia legale ! ma dico, scherziamo !?

    Sono rimasto davvero perplesso per tale improvvisa sostituzione .Ma a chi dava fastidio una persona così laboriosa e professionale ?

    Non sono davvero felice per questa improvvisa sostituzione anche perchè l’avv. Animali mi rispondeva celermente, adesso invece sono già alla seconda richiesta di sollecito fatta al Prof. Italo Tanoni ( non risponde neanche con un “pazientare”…niente di niente ).

    Spero che la Regione, comprendendo il grave errore, ritorni sui propri passi e nel chiedere scusa sia all’avv. Animali che a tutti noi, lo reintegri ovvero offra tale incarico a chi ne ha il titolo.

    Colgo l’occasione per ringraziare l’avv. Animali per la cortese e professionale disponibilità e perizia con cui ha sempre trattato la mia pratica.

    Saluti

    Raffaele Preite

  • 2. Gianluigi Mazzufferi (31 agosto 2010, 9:57 pm) :

    Se vi leggete bene la risposta alla terza domanda qui sopra e poi andate sul B.U.R. della Regione Marche (n.75 del 19 agosto) a leggere il Decreto n. 22 del 30/07/2010 forse avrete anche voi la mia stessa impressione. Cioè che l’ “OMISSIS” di rito questa volta è davvero una specie di foglia di fico!
    Chi poi non ci crede vada a leggersi lo stenografico della seduta del Consiglio Regionale del 15 giugno scorso.

  • 3. luciano licaone (31 agosto 2010, 10:25 pm) :

    Ho personalmente pesanti motivi d’insoddisfazione per l’operato del d.c.r. Animali, che non è mai intervenuto quando la difensora senigalliese sartini e l’amm. comunale non hanno risposto alle decine di mail in cui chiedevo (continuerò a chiedere) il numero e l’entità delle sanzioni erogate, negli ultimi 3 anni, agli ECOBANDITI che continuano a lordare di monnezza il ns. comune.
    suddito non domo tuttacanna

  • 4. Gianluigi Mazzufferi (1 settembre 2010, 3:20 pm) :

    Non credo sia giusto valutare la vicenda sulla base di fatti personali o meno. Su Popinga non mi sembra che si faccia una campagna da supporter dell’Avvocato Animali; penso invece che l’intendimento sia di ragionare almeno tra le differenze che esistono tra una NOMINA ed una ELEZIONE.

  • 5. Gianluigi (2 settembre 2010, 10:24 pm) :

    Se un persona così motivata, come l’estensore del commento n. 3, sfoga il suo giusto risentimento con l’inerzia dell’ex Difensore Civico di Senigallia con la figura regionale (che non ha alcun rapporto gerarchico con la prima) spreca purtroppo tempo ed energie. Sappiamo quanto sia costante e preciso l’agire quotidiano di questo signore in materia di vigilanza sui rifiuti, ma in questo post stiamo segnalando una delle solite gherminelle del mondo della politica. Vorremmo discuterne. Per di più si da il caso che stavolta i “ladri di Livorno” siano a parti invertite di come si discuteva per altra materia, solo pochi giorni fa, con il noto blogger Gaspa.

  • 6. luciano licaone (3 settembre 2010, 10:29 am) :

    Premesso che da suddito-610 quale sono, continuerò a sprecare tempo sulla BANALITA’ della gestione fallimentare della differenziata, finché non otterrò la conferma che non ci sono sanzioni-antiecobanditi.
    L’Animali in questione era uno dei tanti santi (di una qualche rilevanza) tra cielo-terra a cui continuerò a rivolgermi per conclamare ( e me ne dispiace) il citato fallimento.
    Non sprecherò energia a ricercare la serie di mail in cui il dif. reg. ( anche quale cittadino marchigiano) trincerandosi dietro il paravento delle (diverse-gerarchiche) competenze ha avuto timore di mettere a nudo le deficienze della differenziata regionale-locale. s.n.d. 610

  • 7. Gianluigi (3 settembre 2010, 2:22 pm) :

    Segnalo a Luciano ed a chi fosse interessato che questi dubbi sulla differenziata, e forse qualcosa di più!, almeno il sottoscritto li ha già messi nero su bianco il 31 gennaio di quest’anno, proprio qui su POPINGA.
    http://scaloni.it/popinga/la-raccolta-differenziata-conviene-ma-chi-l%E2%80%99ha-detto/
    Lei ne aveva preso visione? Lo chiedo in quanto non ho visto tracce in proposito.
    Però la questione del Difensore Civico, come le sue competenze, sono altra cosa o così a me sembra. Qualcuno mi dia uno spunto documentato per cambiare idea.

  • 8. luciano licaone (3 settembre 2010, 10:58 pm) :

    Visto , apprezzato e segnalato a sprint.
    Oggi sul corr. adr. sono riportate 15 multe degli ispettori anconambiente, in un anno di raccolta. Mentre neanche di una sanzione si riesce ad avere conferma ad oltre 3 anni da quando lo zarino mangeloni declamava: LA DIFFERENZIATA è più FACILE a FARSI che a dirsi!
    Un corretto dif. civ. locale e/o regionale dovrebbe preoccuparsi di far aver RISPOSTE anche a un suddito che non appartiene alla parrocchia dei compagnucci, specie dopo la decadenza della difensora santini.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>