Se andrete a Caldarola (MC), magari molti di voi lo faranno a breve, per la mostra di Simone de Magistris mi permetto di darvi un consiglio.

Fate un paio di chilometri in più e raggiungete Vestignano, un castello del IX-X secolo che poco fuori la cinta muraria annovera una chiesa duecentesca dedicata ai Santi Giorgio e Martino. All’interno si possono ammirare, non senza restare sorpresi per la grandiosità e l’inaspettata ricchezza cromatica, molti dipinti, tra cui primeggia il Trittico di Simone de Magistris. Questi raffigura l’Ascensione, la Crocifissione e l’Assunzione, interponendovi due riquadri più piccoli con San Giorgio e San Martino.

Sempre nella chiesa si possono ammirare le opere di Andrea de Magistris, padre di Simone, ed anche un affresco dei primissimi anni del ‘500, opera di Nobile da Lucca. Sul fondo della chiesa c’è un grande dipinto di Andrea de Magistris del 1551, che raffigura San Giorgio che salva la principessa e San Martino che dona il mantello al povero.

Uno straordinario aggregato di capolavori pittorici che completa, rendendola davvero indelebile, la memoria di una mostra più che meritoria, curata con indubbia professionalità da Vittorio Sgarbi.

2 Commenti

  • 1. Valeria (25 giugno 2007, 11:23 am) :

    Grazie per il suggerimento!
    Ci andrò senz’altro

  • 2. Valeria (10 ottobre 2007, 11:36 am) :

    Grazie ancora per la segnalazione Gianluigi!
    Ho visitato Vestignano domenica scorsa, insieme al castello di Caldarola e alla mostra sul De Magistris, veramente molto molto bello!
    Un autentico gioiello, un luogo intimo e raccolto che riporta indietro nel tempo, ideale per ritirarvisi a meditare!
    C’è poi anche quella graziosa osteria ricavata all’interno di un frantoio, dove pare si mangi molto bene… c’è da ritornarci!
    Devo ammettere che pur essendo la mostra sul De Magistris molto interessante e ben allestita, quello che più ho apprezzato è stata la visita al castello dei conti Pallotta, molto ben tenuto, e al castello di Vestignano.
    Per non parlare poi dei bellissimi paesaggi rurali ricchi di querce secolari.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>