Esistono partiti, o meglio deputati che hanno dato prova, anche nel corso dell’ultima legislatura, di fare sul serio? Sono stati promotori di credibili iniziative e/o hanno depositato proposte di legge chiare il tal senso? Lo hanno fatto soltanto i deputati socialisti (Rosa nel Pugno) Buemi e Villetti, con una eccellente proposta di legge costituzionale, la 2818 del 21 giugno 2007. Questa, di fatto solo assegnata alla competente commissione e per la quale non è mai stata iniziata la discussione, propone esplicitamente, modificando la Costituzione, una effettiva semplificazione del governo locale, attraverso l’abolizione delle province. Continua a leggere…

A tutti i dirigenti regionali Babbo Natale (la giunta di centrosinistra) ha portato dei bei regali. Nello scartare i pacchi dono in uno di questi hanno trovato un aumento del loro già alto stipendio di 10.000 €. Ma la sorpresa non finiva li: in un altro pacco ecco tutti gli arretrati del 2006.

Sicuramente a ognuno di questi signori, in quel momento, la coscienza avrà mormorato: “ti rendi conto che questo aumento che ti hanno concesso per molti è lo stipendio di un anno?” oppure “che molti anziani con la pensione al minimo, che è poco più della metà del tuo aumento, debbono arrivarci a fine mese e pagarci acqua luce affitto ecc?”.

Questi signori alla coscienza avranno risposto: ma a me l’aumento lo ha concesso la classe politica, quindi io mi sento a posto.

Penso invece che chi non ha la coscenza sono proprio i politici, quando un governo (lo stesso schieramento politico della giunta delle Marche), per risanare il Paese, invita i cittadini a fare sacrifici, varando una finanziaria abbastanza rigorosa. Io mi rendo sempre più conto che tutta la classe politica, di qualunque colore essa sia, predica bene ma razzola male.

Link: la notizia su Il Messaggero e il Corriere Adriatico