Masada è una poderosa fortezza costruita su uno sperone roccioso solitario e desertico sulla sponda occidentale del Mar Morto.

La fortezza fu fatta costruire in questo luogo suggestivo ed inespugnabile da Erode il Grande, durante la guerra tra Romani e Parti per la conquista della Palestina.

Il re dei Giudei, sostenuto dai romani in contrapposizione ad Antigono, vi si rifugiò nel 40 a.C. durante l’assedio di Gerusalemme e incominciò imponenti lavori di fortificazione che permisero a Masada di resistere all’attacco dei Parti guidati proprio dal suo avversario.

In seguito la fortezza divenne un forte romano che venne conquistato nel 66 d.C. dagli ebrei Zeloti, con un atto che segnò l’inizio della prima guerra giudaica.

Dopo la caduta di Gerusalemme nel 70 per mano di Tito, gli Zeloti si rifugiarono nella loro fortezza e qui prepararono le ultime strenue difese contro i romani.

Nel 72 la X legione romana cinse di assedio la fortezza e i suoi 1000 abitanti, tra cui vecchi, donne e bambini che preferirono uccidersi piuttosto che diventare schiavi degli invasori.

Per questo motivo la fortezza di Masada ha assunto un significato simbolico per ogni israeliano, tanto che i militari dell’esercito vengono portati sul luogo per effettuare il giuramento rituale al grido di “mai più Masada cadrà!”.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>