Beppe SevergniniSembra da non crederci…. invece purtroppo è vero!
Il Corriere della Sera on-line, per la precisione la rubrica “Italians” di Beppe Severgnini, pubblica in data mercoledì 19 settembre 2007 una lettera ALLUCINANTE contenente gli amari sfoghi di un turista sessuale frustrato che si proclama infastidito del fatto che non si possa abusare in tutta libertà di minori all’estero (ovviamente in paesi poveri e diseredati) senza correre il rischio di venire arrestati anche in Italia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Non ci credete?? Leggete qui.

Evidentemente il sub-umano in questione (diversamente non saprei definirlo) non è a conoscenza del fatto che la legge italiana punisce il reato di abuso di minore anche se commesso all’estero: legge 3 agosto 1998, n.269 (di quasi 10 anni fa!), che recepisce i principi accolti dalla Conferenza di Stoccolma dell’agosto 1996 sullo sfruttamento sessuale dei bambini a fini commerciali, seguita dalla Conferenza di Yokohama del dicembre 2001 (altre informazioni potete trovarle qui).

La legge ha riconosciuto in questo caso il principio di extra-territorialità della legge penale. Com’è previsto per i crimini contro l’umanità, e come è giusto che sia! Perché di crimini contro l’umanità si tratta!! Infatti il titolo della legge è: “Norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori, quali nuove forme di riduzione in schiavitù.” La legge parla giustamente di nuove forme di schiavitù!

Art. 5 Legge 269/1998 (Iniziative turistiche volte allo sfruttamento della prostituzione minorile):

…Chiunque organizza o propaganda viaggi finalizzati alla fruizione di attività di prostituzione a danno di minori o comunque comprendenti tale attività è punito con la reclusione da sei a dodici anni…

Art. 10 Legge 269/1998 (Fatto commesso all’estero):

…Le disposizioni di questa sezione, nonché quelle previste dagli articoli 609-bis, 609-ter, 609- quater e 609-quinquies [le norme del codice penale sulla violenza sessuale], si applicano altresì quando il fatto è commesso all’estero da cittadino italiano, ovvero in danno di cittadino italiano, ovvero da cittadino straniero in concorso con cittadino italiano…

Ma al di là di quello che dice la legge, l’abuso sessuale sui minori e lo sfruttamento della prostituzione minorile DEVONO comunque RIPUGNARE qualunque essere che si voglia definire umano!!!
E sinceramente non si capisce perché una lettera del genere abbia avuto spazio (dato che le lettere da pubblicare sono selezionate dai redattori) su una rubrica di solito intelligente e ben curata come Italians di Beppe Severgnini; persona che stimiamo professionalmente e umanamente.
Anzi, la cosa ci addolora moltissimo e soprattutto non capiamo perché una lettera indecente e squallida come questa non abbia avuto risposta….
Severgnini e i suoi collaboratori volevano forse mettere alla prova i loro lettori? Verificarne le reazioni???

Spesso questa rubrica ospita interventi e opinioni differenti su svariati argomenti: dalla politica, al calcio, dall’economia agli argomenti di costume, dalle discussioni intellettual-chic sull’uso del congiuntivo alle infinite diatribe su Beppe Grillo (che hanno stancato oramai…). Si lascia spesso la discussione ai lettori; Severgnini risponde ad una lettera al giorno e le altre 10 le pubblica senza risposta, al limite risponde con un breve commento o con una battuta.
Ma questa! A questa lettera non ha risposto….! L’ha lasciata così, in tutto il suo evidente squallore… quasi che qualcuno potrebbe pensare ad una adesione a quanto viene detto in essa!
Invece bisognava rispondere DURAMENTE e IMMEDIATAMENTE!
Perché quello che è stato scritto grida vendetta! Bisognava URLARE, INDIGNARSI, ARRABBIARSI, perfino INSULTARE !!!

Perché luridi mostri sub-umani come l’autore della lettera NON MERITANO ALCUN RISPETTO!

Per fortuna alcuni lettori (per la verità lettrici) hanno scritto indiganti(e) qui, qui e ancora qui.
Alla fine Severgnini stesso ha risposto ad una di queste lettere rispondendo, indirettamente, anche al mostro…
Tuttavia questo non è sufficiente. La risposta è tardiva, sbrigativa e superficiale.

E’ stato un grave errore pubblicare quella lettera, ancora più grave pubblicarla senza risposta…. o comunque con una risposta tardiva… una risposta che invece doveva essere immediata, indignata e soprattutto URLATA!

Un argomento che andava approfondito con un intervento a parte, duro, determinato e deciso!
Invece dopo due o tre lettere si è lasciata cadere la questione….
Nei giorni seguenti in rubrica bisognava dare spazio agli interventi su Beppe Grillo (ancora!) e a quelli sullo spinoso tema se mandare o meno in televisione i sederi delle aspiranti Miss Italia…
Che tristezza….

13 Commenti

  • 1. Gabriele (26 settembre 2007, 9:56 am) :

    Bisognerebbe rintracciare l’autore della lettera per vedere se è possibile applicargli qualche misura restrittiva visto che è in procinto di andarsene a Cuba a praticare il suo caro turismo sessuale, ma temo non sia possibile (anche se una bella eccezione alle regole democratiche per questa bestia schifosa la vedrei di buon occhio).
    Tra l’altro si può notare come oltre ad essere sfacciato, ripugnante e qualunque cosa di negativo può venire in mente, questo “tipo” (chiamiamolo così) sembra mostruosamente ignorante perchè non ha ancora capito il motivo del divieto di praticare turismo sessuale.
    Può andar bene non conoscerne il motivo giuridico, ma non comprenderne il motivo umano è veramente da dementi.
    Ah già ma lui pensa che le belle ragazze che incontra siano “magari” consenzienti.
    Mi associo… che tristezza

  • 2. Valeria (26 settembre 2007, 10:15 am) :

    Il delirio continua… qui.

  • 3. davide patregnani (27 settembre 2007, 2:17 am) :

    Premesso che è sempre cosa buona scrivere contro lo sfruttamento della prostituzione minorile e tutto ciò che vi è connesso… Non capisco di che colpa si sia macchiato Severgnini.

    Primo: cosa vuoi dire con il tuo post?
    Che “chi pubblica acconsente”?

    Secondo: non ha nessun senso rispondere. Una porcheria del genere si commenta da sola.

    Terzo: Trovo di cattivissimo gusto quel “(per la verità lettrici)”… conferisce al tuo post, validissimo nei contenuti, un “nonsochè” di femminismo/buonismo dozzinale.

    Ha risposto, alla fine, Severgnini? Male. Il pubblicare e non degnare di risposta sarebbe stato più efficace.
    Nella speranza che tu non fraintenda ciò che ho appena scritto, ti saluto.

  • 4. davide patregnani (27 settembre 2007, 2:31 am) :

    Per Gabriele: Si….bravo, daje giù! A quello che va a Cuba, peperoncino sul glande… e poi prendiamolo e impicchiamolo per i testicoli! poi…dopo…con calma …gli diamo fuoco!:)
    Ma dai!
    ps: Anche per te vale quello che ho scritto per sibilla… non fraintendere e non gettiamoci in una rissa di commenti dato che sull’argomento la pensiamo allo stesso modo. 🙂

  • 5. Gabriele (27 settembre 2007, 11:35 am) :

    No Davide tranquillo, nessuna rissa di commenti.
    Però se scrivi così non so quanto la pensiamo allo stesso modo.
    Secondo me davanti a questi fatti abominevoli e a queste idee contrarie all’umanità bisogna reagire con fermezza, indignandosi e anche molto.
    Quindi mi auguro che questa persona sia quanto prima sorpresa a commettere un qualche reato e sbattuta in carcere.
    Poi vedi, c’è chi ha fantasie su qualche povero bambino o bambina e fa qualche viaggio in giro per il terzo mondo per divertirsi, c’è invece chi come me fantastica su cosa si potrebbe fare a questi pezzenti, anche se non lo farebbe mai.
    Non togliermi il gusto di pensare che so, alla gogna pubblica per questi elementi.
    Però mi hai dato qualche idea interessante, come quella del peperoncino e dell’impiccagione, anche se la mia fantasia si fermava molto prima 🙂

  • 6. Valeria (27 settembre 2007, 12:38 pm) :

    No Davide, non mi offendo.
    E l’errore Severgnini, sì, l’ha commesso. “Chi pubblica accosente”? No, però se non risponde lascia pensare ad un atteggiamento ambiguo, o quanto meno sciatto e superficiale.
    Porcherie del genere si commenteranno anche da sole…. ad ogni modo è doveroso rispondere! E rispondere male! Infatti Severgnini quando finalmente lo fa, tre giorni dopo, rispondendo alla lettera che ho linkato sopra, quasi si scusa… evidentemente sa di aver sbagliato.

    Per quanto riguarda il commento “per la verità lettrici”, stai pure tranquillo che non sono né buonista né femminista… per la verità era una constatazione amara… perchè a quanto pare solo donne hanno mandato lettere indignate…
    Invece, la cosa più scandalosa, come Severgnini stesso ha scritto, è che sono arrivate molte lettere di solidarietà a quanto scritto dal sub-umano di cui sopra….
    E questo è ancora peggio…

    Non voglio fare un processo sulla pubblica piazza a Beppe Severgnini, che per altro stimo e a cui ho già mandato la mia lettera di sdegno, ma questa vicenda è grave e andava affrontata in maniera diversa e credo sia giusto denunciare questo fatto, davanti al quale NON SI PUO’ TACERE!
    Dopotutto la rubrica è pubblica e parlarne anche in modo fortemente critico su un blog mi pare più che legittimo.
    Ricambio i saluti

  • 7. Davide Patregnani (27 settembre 2007, 1:37 pm) :

    Urca! Ma pensa che invurnito che sono! Sibilla è Valeria! Sono mesi che scrivo qui e non me ne ero accorto…altrimenti non avrei mai usato termini come “femminismo dozzinale” visto che un po’ ti conosco e conosco la tua intelligenza…e magari mi sarei soffermato a di più a leggere tra le righe. Questa è la conferma che post e commenti devono avere nome e cognome. Perchè se una cosa la dice Sibilla è un conto, se la dice Valeria che conosco e stimo…è un’altro. 🙂
    Apparte questo, la sostanza del mio discorso non cambia.
    Vedo quella lettera così, cruda, senza risposta, come fosse una fotografia che ristrae una cosa talmente orrenda e palese che non ha bisogno di didascalie. Un’istantanea di un prodotto della società, un brutto prodotto.
    Ogni tanto però, mi capita di ripensare alle parole che mi diceva un mio vecchio amico, quando mi lanciavo a spada tratta, indignato e arrabbiato (come ha fatto Gabriele) per qualcosa che ritenevo immorale: “Occhio a valutare le persone ponendole su scale morali…i gradini di quelle scale sono scivolosi… e ti troverai molte volte a non sapere dove collocare te e chi ti sta accanto”.

  • 8. Gabriele (27 settembre 2007, 4:34 pm) :

    Scusa Davide ma l’ultima parte del tuo ultimo commento forse non l’ho capita.
    Io mi sono arrabbiato e penso di essere stato uno dei tanti (per fortuna!) non tanto per l’immoralità di quell’elemento che ha scritto quella vergogna di lettera, essendo quello della moralità un concetto relativo, ma per una questione che ritengo oggettiva: abusare di un bambino o di una persona non consenziente non è immorale è disumano.
    E per questo bisogna indignarsi e incazzarsi, anche molto.
    Non vedo cosa c’entra la moralità.
    La frase che ti diceva il tuo vecchi amico è una bella frase, anche vera, ma forse non è calata nel contesto giusto questa volta.
    Ripeto, non si tratta di una questione morale; pedofilia, turismo sessuale, violenza, non sono temi sui quali si può individuare una diversa scala morale; o li si ripugna o li si ammette; nel secondo caso non si è degni di essere chiamati esseri umani.

  • 9. Francesco Gasparetti (28 settembre 2007, 12:05 pm) :

    Una sola domanda x Davide:
    Ma scusa se uno dice una caXXata e non lo conosci, tu pensi sia una caXXata.
    Se uno dice la stessa caxxata e lo conosci, la valuti diversamente?

    Boh, non capisco il ragionamento.

    Questo discorso vale in astratto e non con riferimento ai commenti di Valeria e Gabriele che condivido al 100%.

  • 10. Davide Patregnani (28 settembre 2007, 12:46 pm) :

    No. Hai ragione. Il mio commento è un po’ ambiguo. Una caxxata è una caxxata…chiunque la scriva. Il concetto che volevo esprimere era diverso. Ammetterai che conoscere il contesto e la persona che la scrive aiuta a saperne di più, visto che c’è caxxata e CAXXATA, e magari puoi andare oltre alla caxxata…
    Però, guarda che cosa curiosa:
    Tu non hai capito la prima parte del mio commento,
    Gabriele la seconda.
    Mi sa che perdo colpi! 🙂

  • 11. Valeria (28 settembre 2007, 1:13 pm) :

    Per Davide: tempo fa mi ero registrata su Popinga con il “nick” Sibilla, perchè mi piaceva, ma è solo un nick. Che è rimasto. Di solito qui tutti sanno ci è Sibilla. Quindi non vedo il problema.
    Ad ogni modo Sibilla “c’est moi”, Valeria Bellagamba. Così sgombriamo il campo dagli equivoci!

    Sono d’accordo in tutto e per tutto con quanto scritto da Gabriele nel suo ultimo post.

  • 12. Valeria (3 ottobre 2007, 12:11 pm) :

    Finalmente una risposta adeguata!
    http://www.corriere.it/solferino/severgnini/07-10-03/02.spm

  • 13. Valeria (7 novembre 2007, 5:01 pm) :

    Una giustificazione per un altro errore…
    http://www.corriere.it/solferino/severgnini/07-11-07/10.spm

    ….e forse stavolta è pure peggio…
    ma mi sono rifiutata di leggere una lettera dal titolo: “Stupri, le donne ci stanno”
    Ho pensato che la lettera fosse stata pubblicata solo per “creare audience” e aumentare i visitatori del sito, spinti da curiosità morbosa…

    D’altra parte, lo setsso giorno, sabato 3 novembre, la pagina della “cultura” del Corriere della Sera on-line (che io già lo scorso settembre avrei voluto ribattezzare in “La Fogna della Sera“…) riportava in alto come titolo prinicpale :”Deborah, inzia la guerra dei calendari”…
    A seguire notizie su Britney Spears.
    Però… niente male come concezione di cultura, battono perfino Mammuccari!

    La Fogna della Sera!

    Marco, questa volta lo scrivo…

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>