Quanto alle molte cose che abbiamo visto quest’oggi riferiremo più tardi, con altri post. Dopo l’incontro di poco fa, qui a Gerusalemme, con la rappresentante del Ministero del Turismo, Giordana Piattelli Roseman, siamo filati velocemente alla cena – buffet.


L’immagine purtroppo nulla dice circa gli interessanti colloqui con i colleghi di viaggio, che sono una composita campionatura di gente che ha, per diversi motivi, interessi su Israele.
Forse nei prossimi giorni riusciremo a raccogliere delle brevissime schede per presenarvi alcuni dei nostri compagni di viaggio.

Intanto qui all’hotel Shalon, la nuova destinazione in cui siamo approdati, si parla del programma di domattina, con partenza alle ore 9 per il Museo della Memoria Yad Vashem ed, a seguire, al Museo di Israele dove sono conservati anche i preziosi rotoli del Mar Morto.
Nel pomeriggio prevediamo di recarci alla “barriera difensiva” che separa Israele dai territori palestinesi, che oggi abbiamo appena intravisto arrivando a Gerusalemme.

1 Commento

  • 1. Popinga&hellip (9 giugno 2008, 9:21 am) :

    […] è un qualcosa di straordinario. “Siamo molto diversi da come ci descrivono i media in Europa” ci conferma Giordana Roseman, un’ebrea romana che lavora nell’ufficio europeo del ministero del Turismo. […]

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>