Ieri, in TV, addirittura in prima serata.

8 Commenti

  • 1. Gianluigi Mazzufferi (26 marzo 2009, 7:41 pm) :

    Saviano merita davvero. Spero sia visto il più possibile. Grazie Marco per averlo ripreso.

  • 2. Gabriele (26 marzo 2009, 7:48 pm) :

    Fino a quando non ci saranno più persone, al sud, come Saviano nulla potrà cambiare; lo Stato non riuscirà mai a vincere questa guerra; è triste pensare che chi la pensa come lui purtroppo non è la stragrande maggioranza degli abitanti del sud Italia.
    Mi è capitato di parlare con persone, anche ragazzi, che ragionano in un modo tremendo, che o difendono quel sistema oppure sono rassegnati.

  • 3. Valeria (26 marzo 2009, 10:39 pm) :

    In che brutto Paese viviamo….
    il brutto, caro Gabriele, è che lo Stato non ha mai fatto veramente guerra a questo sistema….
    C’è una connivenza di poteri spaventosa… che non risparmia schieramenti politici e nemmeno coloro che dovrebbero, dovrebbero (!), portare “abiti sacri” e difendere i più deboli e la Verità e la Giustizia…
    ma preferiscono fare la predica dai pulpiti e fornicare con la criminalità….

  • 4. Gabriele (27 marzo 2009, 3:21 pm) :

    Hai ragione, quello che hai scritto è un’altra parte della realtà; poi il discorso torna sempre allo stesso punto: se tra le persone comuni attecchisce questo maledetto germe dell’appartenenza o della connivenza con la criminalità organizzata il tutto si spiega: il poliziotto, il magistrato, il politico vivono del sistema e convivono col sistema, tenendo i piedi in due staffe.
    In questa situazione che fare?
    A mio avviso servono solo degli eroi e ne servono tanti.

  • 5. Dario Petrolati (27 marzo 2009, 5:33 pm) :

    Debbo,
    forse dico,
    ma dubito tanto e mi dispiace che anche tra i miei nipoti quelli arricchiti in Siracusa facendo libere professioni e si sono arricchiti subito tant’è che uno appena mi ha visto si è vantato con la porsche sotto il sedere di pagare il pizzo.
    Mi sono forse espresso male : il loro era espressione mafiosa e sono diventati ricchi allegri con 2 mogli.
    Origine senigalliese cultura ?
    dove comincia la malavita , ragazzi dove girano i soldi e la gente affezionata ai soldi.
    Vergogna,il padre ride la mamma pure.
    Io mi sono sparentato, aloro non interessa.
    dario.

  • 6. Gabriele (28 marzo 2009, 9:56 am) :

    Un mio vecchio coinquilino dell’università, marchigiano, aveva la madre di origine siciliana; d’estate trascorreva le vacanze dai parenti in Sicilia; un giorno mi raccontò che suo padre, a Palermo, salito su un autobus, vide la moglie di un noto boss mafioso (a dire il vero non ricordo il nome ma è uno dei principali, fortunatamente in carcere) e tutte le persone attorno che la salutavano “buongiorno donna… buongiorno signora…” e la riverivano come se fosse la first lady.
    Quel comportamento servile fa vomitare e penso sia stata fantastica la reazione del padre di questo mio amico che ad un certo punto si è rivolto all’autista dicendo di fermare l’autobus; disse “su questo autobus c’è una persona che non dovrebbe esserci… o scende lei o scendo io” e scese dall’autobus.
    Reazione eccessiva? Io penso proprio di no.
    E pensare che quelle signore con famiglia al seguito fanno una vita da ricchi, con mercedes classe s ed autista personale.
    Un bel calcio nel culo, la testa bassa e un lavoro da 800 euro al mese (se lo trovano) è quello che servirebbe.
    O si fa così o non cambierà mai nulla.
    Ma fino a quando in Sicilia, in Campania, in Calabra la gente continuerà a servire questi signori nulla cambierà.

  • 7. Valeria (30 marzo 2009, 8:11 pm) :

    Accidenti che coraggio!
    Reazione eccessiva?
    Reazione molto coraggiosa direi!
    Non ne esistono molte di persone così, come il padre del tuo amico…

    Per quanto riguarda il cambiare… o la gente cambia, ma vedo che è sempre più difficile…

    o questo sistema invaderà sempre più l’Italia… anzi già la sta invadendo, come dice Saviano sugli affari della criminalità organizzata al nord.

    Poi basta vedere la logica mafiosa, anche se non c’è la mafia, che corrode tutto questo Paese: la corruzione nella pubblica amministrazione, lo schifo e le baronie nelle università…
    Sono tutte figlie dello stesso modo di pensare.
    O si cambia registro o farà il suo corso la selezione naturale…
    Il Male sembra vincere, ma alla fine perde sempre, perché è troppo stupido e troppo narcisista…
    Hitler ha perso
    e molte civiltà del passato si sono estinte quando si sono lasciate sopraffare dalla corruzione, dalla decadenza e dal mal costume.
    Forse ci dovremo estinguere anche noi italiani….?

    Se non cambiamo, ci estingueremo di sicuro!

  • 8. Valeria (30 marzo 2009, 8:11 pm) :

    PS: volevo scrivere ci “dovremmo”…
    scusate!

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>