Il libro raccoglie testimonianze relative all’esperienza del GRIM (sigla che sta per Gruppo Ragazzi In Montagna). Trattasi di una associazione che è nata a Varallo Sesia per opera di un gruppo di volontari il cui capo carismatico è stato Padre Gallino; è stata fondato nel 1971 e ancora oggi conta molti iscritti, per ulteriori info vedi il sito www.grimvarallo.com.

Il libro ripercorre tutte le fasi della associazione mettendo insieme come i pezzi di un puzzle storie, racconti, aneddoti, permettendo al lettore di assaporare con l’immaginazione silenzi, maestosità e bellezza che la montagna dona agli escursionisti durante le passeggiate.

La forza del libro, comunque, risiede in un’idea di fondo che va oltre l’affascinante scoperta delle montagne, ovvero quella di mettere in chiaro l’intuizione di un prete – professore delle medie – che trova un modo per avvicinare giovani, di diverse estrazioni sociali e origini, alla montagna.

La montagna diventa così occasione per mettere tutti i giovani alla pari, evidenziando le doti di ognuno e tutto grazie al lavoro di squadra che fa nascere nuove amicizie, grazie all’esperienza comune in un contesto che merita tanto rispetto: la montagna.

Il discorso potrebbe essere attualizzato anche a nuove esperienze, magari in altre regioni di Italia, e – perché no – anche nelle Marche: il CAI e le scuole potrebbero unirsi per promuovere il rispetto per la natura e per aiutare i giovani a scoprire la bellezza che ci circonda, facendo passeggiate sui nostri bellissimi monti.

Il libro si può trovare presso la libreria UBIK (ex Sapere) a Senigallia, città natale della giornalista che ha curato il libro, al prezzo di 10 €.

Buona lettura a tutti e alla prossima recensione.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>