Aprile 2009 secondo il Sindaco

Dopo Ugo Boncompagni (Papa Gregorio XIII) che nel 1582 abolì il vecchio calendario Giuliano (chiamato così in onore di Giulio Cesare) del 46 A.C., nel 2009 abbiamo Luana Angeloni (Sindaco di Senigallia in scadenza) che riforma nuovamente il calendario aggiungendo un giorno al mese di aprile 2009.
Qui sopra, infatti, puoi vedere il calendario edito dall’Amministrazione Comunale e spedito a tutte le famiglie della città.

Pare che nel 2010, prima della sua uscita dalla scena politica (sarà vero?), aggiungerà sette giorni ad ogni mese. Si vocifera persino che i giorni avranno 25 ore. Tutto questo ci porterà fuori dalla crisi: con lo stesso stipendio si lavorerà una settimana in più, per la felicità del Santo Padre Silvio IV e di San Brunetta Antifannulloni.

Gregorio XIII

Papa della Chiesa cattolica

Immagine di papa Gregorio XIII
Stemma pontificio di Gregorio XIII
Al secolo: Ugo Buoncompagni
Nato Bologna, 7 gennaio 1502
Elezione al pontificato 14 maggio 1572
Consacrazione: 25 maggio 1572
Fine del pontificato: 10 aprile 1585
Predecessore: papa Pio V
Successore: papa Sisto V
Cardinali nominati: vedi categoria
Antipapi: {{{antipapi}}}
Luana I

Zarina di Senigallia

Immagine della zarina Luana I
Stemma comunale di Luana I
Al secolo: Luana Angeloni
Nata Monterado (AN), 13 marzo 1952
Elezione alla carica di Zarina 1 maggio 2000
Consacrazione: 3 aprile 2005
Fine della carica di Zarina: 25 aprile 2010
Predecessore: Fabritio Marcantonio (detto Simpatia)
Successore: Mauritio Pilone (detto Baciòn)
Politici nominati: vedi categoria
Antipapi: Bob Heavens

15 Commenti

  • 1. Franco Giannini (30 aprile 2009, 3:49 pm) :

    Non so quante teste cadranno….grafico, tipografo, correttore della bozza, collaboratori che si saranno dati da fare per accappararsi la prima copia per essere il primo a sottoporgliela in cambio anche di un semplice grazie. Ma è un semplice e banale errore si stampa…si dirà !!!
    No, c’è di più…io lo vedo come un attentato alla sopravvivenza di tante famiglie che non riescono ad arrivare alla fatidica metà del mese…e non soddisfatta l’ Amministrazione vuol aggiungere ancora un giorno in più….
    Logicamente ci sto scherzando sopra, però è anche vero che denota un sintomo di superficialità nei controllo…e se tanto mi da tanto….

  • 2. Gabriele (30 aprile 2009, 4:08 pm) :

    A me, oltre alle risate per l’errore grossolano, viene in mente qualcosa di diverso; sarò puntiglioso ma penso che quando si spendono i soldi per stronzate simili, poi non ci si può lamentare per la mancanza di fondi di cui tutti gli amministratori locali si lamentano.
    Almeno fosse utile…

  • 3. accurimbono (30 aprile 2009, 7:01 pm) :

    A Castelleone di Suasa qualche anno fa un movimento politico aveva fatto il suo calendario (stampato) con un errore simile, mi pare il 31 novembre. Sono cose che capitano… ben venga la presa in giro e lo sfotto’ ma non mi pare il caso di farne un dramma… 🙂

    In ogni caso per i più curiosi porto l’attenzione sul caso del 30 febbraio:

    http://it.wikipedia.org/wiki/30_febbraio

  • 4. claudio cavallari (1 maggio 2009, 6:56 am) :

    guardate cosa ho scritto su senigallia-italy.it e commentate

  • 5. Gianluigi Mazzufferi (1 maggio 2009, 7:08 am) :

    Trovo veramente piacevole, ironico e garbato il pezzo di Franco. Complimenti.
    Leggo qui sopra l’invito a commentare qualcosa di analogo su altro sito. Peccato non sia possibile: mentre qui su Popinga tutti possono esprimere la loro opinione (anche diffamando, come avvenuto!), non vedo nessun contributo esterno laddove si chiede di commentare.

  • 6. Dario Petrolati (1 maggio 2009, 8:56 am) :

    Non so perchè,
    però prima di levare la lancia ,senza tanti diritti ,io,poichè tra l’altro mi trovo a Padova,solo nato a Senigallia,ho dubitato del grave fatto commesso e consumato sul calendario distribuito ai miei ex concittadini.
    Dubitato nel senso di grave(aggettivo),mi pare che di simili accadimenti l’Italia non sia troppo vergine ed assalire con furia o spirito Luana Angeloni ha il sapore di “provinciale dalla corta memoria”.
    E mi spiego:
    Tralascio la stima amicale e politica che nutro nei riguardi del Vostro Sindaco.
    Il primo Cittadino di Senigallia gode di leale amicizia a livello nazionale di alcune parlamentari e presidenti di regione , le stesse persone mi hanno confessato la stima reciproca sia per motivi politici che per altre ragioni sempre alla luce del sole,però.
    E non è la prima volta che quando si parla o dice Luana Angeloni i senigalliesi insorgono e via a parlarmi di apparenze da “educata” chè in fin dei conti è solo La Zarina,
    ‘sto definire così il Sindaco di Senigallia mi è sempre dispiaciuto e chiaramente non so perchè , ma sento innato un qualche cosa che invece mi fa parteggiare per la persona che guida la Vostra città.
    Ho spesso parlato con Milvia Boselli-Giovanna Melandri-Rita Lorenzetti e tutte ‘ste donne sono rimaste amiche per la pelle tra loro e sanno difendersi con allegria in caso di bisogno.
    Il problema calendario-particolare mese di aprile-errore tipografico od incultura?
    Allora prima di rimettere il mio non richiesto commento sull’accaduto mi è tornato a mente ” il Gronchi rosa ”
    non so quanti ancora si ricordano dell’enorme gaffe -economica- delle vele sbagliate controvento come sulle nazionali esportazioni.
    Erano circa gli anni 60 a Roma ci si rise ma tanto e di gusto,non cadde il monopolio tabacchi e manco il governo.
    Erano anni seri si sentivano notturni rumori di sciabole, preparativi per veri o supposti colpi di stato.
    Ripeto , i romani allora ,compresi i laziali,ci fecero matte risate per una notte per poi badare a fatti concreti e seri.
    La speculazione edilizia nazionale e la servitù prediale che la nostra nazione non intendeva come disonore o pericolo bellico ( gli USA allora comandavano e facevano-disfacendo anche governi a 4-3-2 etc.)ed altro altro ancora mentre intere classi di potentati si arrogavano diritti e doveri alla faccia della democrazia ed onestà.
    Ci furono ricchi che divennero “padroni” e anche , non per ultimi ,favori allo stato del vaticano che dopo gli usa ha dettato – influenzato la politica nell’intero paese all’incirca di quello che può sembrare oggi.
    Allora ,miei cari in buona fede amici vicini e lontani,avete calcolato il danno economico e morale per l’errore-superficialità del calendario sbagliato ?,
    avete deciso cosa fare e se del caso come farlo?
    Io credevo che di questi giorni la notizia grave e vergognosa fosse ove cercare e provare i colpevoli delle morti e della povertà improvvisa feroce inerente l’Abruzzo.
    Forse mi sbaglio , posseggo una fettuccia metrica,che non fa al caso marchigiano.
    Grazie per l’ospitalità i miei più stimati auguri alle persone che già sanno chi sono: GLI AMICI.
    dario.

  • 7. Anna Bernardini (1 maggio 2009, 4:02 pm) :

    Guarda Dario che il pezzo di Franco voleva essere ironico, non ho capito perchè te la prendi tanto. Non pensi ci si possa scherzare un po’ su? Io l’ho trovato molto carino ed apprezzo lo stile di Franco che è sempre molto garbato anche quando tratta temi seri. Per quanto riguarda, poi, la Melandri, la Lorenzetti e la Boselli che difendano pure chi vogliono a Senigallia viviamo noi e la supponenza e l’arroganza di certi personaggi la subiamo noi.
    Auguri Dario passa un buon primo maggio e riposati, oggi è la festa dei lavoratori.

  • 8. Dario Petrolati (2 maggio 2009, 5:15 am) :

    Cara Anna
    amici che sanno far di spirito od anche inquietarsi
    stavolta pure avete ragione voi
    io sono un istintivo e quello che sento e penso subito lo dico senza contare e men che meno cantare anche se adoro la bella musica
    non credo ed insisto che il vostro Sindaco meriti la gogna
    comunque sia una cosa non mi fa specie:
    sempre e ripeto sempre a Senigallia ci si è badurlati anche in piccini fatterelli poi gonfiati e portati all’esasperazione
    io sono sempre comunque dalla parte di Luana e prima di chiudere e salutarvi senza rancore logicamente penso che avrei fatto meglio ad impicciarmi dei fatti miei
    proseguendo la ” parlata ” si finirebbe sul disdicevole ed io fra voi ho persone alle quali sono affezionato e non intendo perderle manco per sogno
    sto quassù nel “ligato Veneto”e la cosa mi pesa tanto – tantissimo
    se mi fosse data la possibilità di poter scegliere tra voi senigalliesi ed i patavini il mio affetto sapete dove sta
    quassù quando mi parlano finisce sempre che mi si chieda di dove sono da dove provengo e la mia risposta spocchiosa sempre la stessa li manda in bestia:
    Italiano-e tifo Fiorentina-
    dario.

    p.s.
    ho tanta nostalgia di rivedere e vedere e sentire il dialetto che ancora non scordo(il 9 maggio sarò giù).
    dario.

  • 9. Franco Giannini (2 maggio 2009, 9:12 am) :

    Credo di conoscere abbastanza Dario, per poter dire, che le sue puntualizzazioni, anche senza il nome del destinatario, erano indirizzate al sottoscritto. So di poter dire, però, con la stessa sicurezza, che Dario, da impulsivo, come lo stesso ammette di essere, non voleva assolutamente colpirmi con cattiveria, cosa di cui, per la sua indole, non ne è minimamente capace. So che dovrei rispondergli nel merito, ma mi astengo ora, perchè so che potrò farlo, con più calma, a mente fredda ed amichevolmente e di persona come sempre faccio con lui il giorno 9 del c.m. quando verrà a Senigallia. Però so anche, che per dovere di correttezza ed educazione per le difese di Ufficio, che sia Anna che Gianluigi hanno preso nei miei confronti comprendendo che non si trattava di una pesante gogna di un “provinciale” al suo sindaco, ma solo una occasione per una battuta, li devo qui, pubblicamente ringraziare. So comunque solo una cosa, che questo banale inconveniente mi ha fatto “crescere” (è qui sta tutta la drammaticità, perchè già sono in là), aiutandomi a comprendere quanto sia difficile per i veri professionisti, il fare satira…anche se io non mi ritengo neppure un semplice dilettante, ma, al più… solo un “brontolone sputabattute” che qualche volta riescono e vengono comprese, ed altre no.

  • 10. Gabriele (2 maggio 2009, 11:40 am) :

    Sulla signora che è sindaco di Senigallia ho sentito dei racconti vissuti in prima persona da dei concittadini che hanno di che lamentarsi; storie anche molto forti che mi hanno fatto capire come, nel mestiere di politicante la signora eccelle; in pubblico sembra amabile ma nasconde il suo vero modo di essere.
    Ovviamente io non offedo nessuno e non essendo sprovveduto non faccio nomi nè racconto storie; sta alla libertà di ciascuno credere a queste parole o meno.
    Però in città non sono ovviamente il solo a pensarla così; non a caso alcuni parlano di zarina.

  • 11. Dario Petrolati (3 maggio 2009, 5:09 am) :

    Secondo voi amici anna-franco-gianluigi ed altri tanti che non vengono secondi per stima ed affetto che nutro nei loro confronti ho fatto una “frittata” e quel che è più grave e mi dispiace me la sarei presa proprio con voi pur di scegliere il Sindaco e mi spiego:
    io vi stimo -voglio bene e Franco lo sa quanta fiducia ho in particolare proprio in lui ed allora il mio comportamento oltre che antipatico ha irritato proprio voi
    ripeto – che se avete dubitato minimamente della mia amicizia e più
    allora mi sento mortificato e provo un disagio che non voglio esternare
    ho espresso la mia opinione da quassù-estraneo-ignorante dei fatti e misfatti senigalliesi
    non mi rimangio – rinnego nulla di quello che ho scritto anzi le parole vostre mi hanno ferito chè in natura esistono anche i distinguo
    io forse ho parlato di cose e persone politicamente vostre avversarie
    forse non ho pensato che in paese come quassù ” si chiacchiera”
    alcuni permalosi e più sensibili-come lo sono pure io-si sono sentiti traditi e delusi ed anche peggio

    NON intendo minimamente “toccare Franco Giannini” questo mai che’ se avessi avuto la possibilità di segliere mi avrebbe fatto un enorme piacere chiamarlo fratello e di più

    Ho la sensazione certa che diversi di voi desiderano darmi “lezioni di vita”

    Allora prima di continuare questo disdicevole – basso battibecco- desidero ancora esprimere il mio disagio unito a dispiacere se minimamente qualcuno di qelli che ho scelto come AMICI si è sentito offeso o deluso in primis sapete a chi mi riferisco:
    pertanto gradirei chiudere la vertenza e se possibile non tornare mai più in simili beghe

    se non sono riuscito ad essere chiaro e convincente il 9 maggio quando sarò giù dedicheremmo non più di pochi minuti all’argomento

    chè scendo per vedere AMICI che stimo ed ai quali porca miseria mi sono affezionato
    dario

  • 12. Mariangela (4 maggio 2009, 7:54 am) :

    Dario… non tutte le amicizie “famose” sono le amicizie giuste. Anche tu, come tanti uomini, ti fai incantare dai lustrini, domare dai frustini, conquistare dai falsi sorrisini. Da Madonna.
    Consolati. Non sei il solo…
    Mariangela

  • 13. Dario Petrolati (5 maggio 2009, 8:46 am) :

    Carissimi Amici tutti senza distinzione di censo e sesso
    io sono fatto come sono fatto
    fatti miei di pensarla come voglio
    anzi desidero
    se permettete
    però anche voi la fate lunga
    qualcuno è anche spiritoso-vedi Mariangela-
    accetto le critiche tutte
    giuste ed ingiuste
    tutto è sempre relativo però
    ora mi vengono dubbi atroci sul perchè e per come di questo assalto all’arma bianca che mi sta anche annoiando e deludendo
    cerco di spiegarmi
    che i rapporti umani debbano essere cosa a parte -potrebbe anche essere giusto-
    che il Sindaco di Senigallia non sia simpatico-liberi di segliere-
    sulle capacità di gestire la Città-debbo tacere non conosco TUTTI I PREAMBOLI e la ricaduta economica su gli abitanti potrebbe aver creato casi disdicevoli-
    io sono fermo al mese di aprile con 31 giorni
    all’aspetto formale-pubblico del Sindaco-a fatti detti e non detti -etc.etc
    se si tratta di colloquiare con serenità ci sto però quando si arriva a quasi far guerra ed affermare solo negatività ed apparenze diaboliche con nomignoli ed affermazioni che rasentano reati penali ed ingiurie allora mi trovo a disagio
    ed è dir poco
    di costruttivo per un confronto od una nuova prospettiva non sento aria
    ira solo ira e tanta
    non volevo tornare su questo argomento
    Mariangela con simpatico-educato spirito mi ci ha richiamato ed io a persone che sanno quel che dicono porgo sempre volentieri ascolto.
    Saluti cari a chi mi reputa amico
    dario.

  • 14. Ritvan Shehi (5 maggio 2009, 12:19 pm) :

    Un piccolo contributo distensivo alla feroce polemica politica in un bicchier d’acqua:-) scatenata qui sopra e a proposito di errori ed orrori commessi dai tipografi.
    L’anno scorso ero in vacanza a Vlore (Valona), la mia città natale. Insieme a mio figlio andiamo a cenare nella più rinomata pizzeria della città, il cui proprietario – mio amico – ha imparato il mestiere in Italia e offre cucina italiana. Menù stampato in tipografia e plastificato, molto carino. Però, scorrendolo, mio figlio – per la serie “talis pater…”:-) – mi fa ridacchiando:”Papà, guarda qui, “penne all’arrabbiata”, scritto con una sola “n”!!!”:-):-).

    P.S. Ho chiamato il proprietario, gli ho fatto notare il refuso, nonché il fatto che il sostantivo così modificato non era solo il plurale di “pena” e che, pertanto, avrebbe suscitato l’ilarità di ogni suo cliente italiano mediamente colto:-). Fra una bestemmia all’indirizzo del tipografo e l’altra mi ringraziò tanto e ci offrì anche da bere…Come dire che a volte:-) la caccia al refuso paga:-).

  • 15. Dario Petrolati (13 maggio 2009, 12:50 pm) :

    Visto come si fa
    così
    basta non serbare rancore
    essere di spirito è dote riservata alle persone intelligenti

    Io sono una palla ed anche malvagio

    In fondo in fondo e non tanto
    ho guardato l’immagine di Luana
    mi sembra carina e sa sorridere
    questa sensazione l’ho avuta subito
    ma ho taciuto per non sembrare ridicolo

    se fossi più responsabile e coraggioso allora mi sarei espresso con gentili parole attinenti la presenza fisica di Luana Angeloni
    ma questo non c’entra
    è stato solo un pensiero non detto-un segreto da piccolo uomo provinciale-
    dario.

Commenta l'articolo

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <blockquote cite=""> <code> <em> <strong>