La lapide dedicata a Girolamo SomoncelliLa lettera di Edoardo Soderini, citata nel precedente post sulle vicende relative a Girolamo Simoncelli, merita senz’altro di essere letta per intero. Noi siamo andati a ritrovarla sulla “Voce Misena” del 31 agosto 1912. La troviamo preceduta da alcune note del giornale che pubblica in calce anche la famosa circolare del Sindaco Belardi, firmata anche dal deputato augusto Bonopera (che comunque avevamo già riportato in precedenza).

Sempre dalla Voce Misena, stavolta il numero 35 del 14 settembre 1912, riportiamo un articolo che rende conto della polemica aspra, e dai toni assai pesanti, che caratterizzò quella stagione. Di seguito è riportata integralmente la risposta del conte Soderini. Speriamo che anche la consultazione di scritti certamente di parte aiutino a formare una opinione che sia davvero il più possibile “al di sopra delle parti”.

Non sono uno storico professionista, ma solo un appassionato di storia locale. Pur essendo molto restio a farmi avanti (anche perché so di essere un passionale), non riesco a trattenermi di fronte a certe esternazioni ed alla convinzione di qualcuno di ritenersi depositario della verità.

Tra i tanti fatti legati al nostro territorio non mancano certo episodi legati al periodo risorgimentale, in particolare gli eventi che riguardano il nostro “grande pontefice Pio IX“. Credo che molto di quanto è stato scritto su questo periodo vada di nuovo studiato, soprattutto approfondito in senso critico, e forse molti testi dovranno anche essere riscritti.

Circa il nostro concittadino Girolamo Simoncelli sembra che all’incirca ogni 50 anni si ritenga opportuno rinfrescarne la memoria, con la convinzione che i senigalliesi non ne sappiano abbastanza. Ora, a 150 anni da quei fatti, uno storico, non certo super partes, pubblica alcuni testi. Mi riferisco a quanto leggo nella biografia apparsa su Wikipedia, ed anche alla conferenza al Centro Cooperativo Mazziniano, ed al relativo podcast pubblicato su questo sito, con il titolo: ” Quel processo fu un’autentica farsa”. Continua a leggere…