Mignottocrazia, l’Italia di oggi

L’ho letto quasi per caso il nuovo libro di Paolo Guzzanti, Mignottocrazia. Lo consiglio vivamente, un po’ perché all’inizio ha una introduzione dal futuro spassosa e veramente divertente, un po’ perché racconta brillantemente le vicende recenti dell’Italia di oggi, con qualche aneddoto inedito, almeno per me che non guardo talk show politici.Seguono alcuni brani, dall’introduzione scherzosa e dal restoMignottocrazia Dall’introduzioneil ... Continua a leggere…

Brunetta ci regala il “nuovo CAD”

Natale, si sa, è tempo di regali. Quest’anno sotto l’albero ne troveremo uno tutto particolare: si tratta del decreto di modifica del Codice dell’Amministrazione Digitale approvato ieri dal Consiglio dei Ministri dopo un lungo, e assai travagliato, iter iniziato il 19 febbraio 2010. Il nuovo codice dell’amministrazione digitale View more presentations from Ernesto Belisario. In base a quanto dichiarato dal ... Continua a leggere…

E’ uscito il nostro libro su “I siti Web delle Pubbliche Amministrazioni”

Nel corso degli ultimi anni, i siti Web delle Pubbliche Amministrazioni hanno acquisito una sempre maggiore importanza, diventando – di fatto – il principale front office di ogni Ente, e lo stesso legislatore si è occupato più volte di definire caratteristiche e contenuti dei Website pubblici; man mano che l’evoluzione del Web ha rivoluzionato la vita degli individui e delle ... Continua a leggere…

Addio a Luciano Chiostergi,inventore della “dolce vita” senigalliese a Villa Sorriso

[Mostra come presentazione] [View with PicLens] Continua a leggere…

Maratona Telethon

Anche quest’anno, Telethon promuove una maratona online per raccogliere fondi a favore della ricerca scientifica sulle malattie genetiche: tutte le info su come aiutare la fondazione sono disponibili nella pagina Sostieni Telethon. I numeri sono notevoli: 20 anni di attività; 324 milioni di euro stanziati per finanziare la ricerca; 2.261 progetti di ricerca finanziati; 454 malattie genetiche studiate; 7.393 pubblicazioni ... Continua a leggere…

I dati e il contesto: open data e dibattito democratico

Domani vado alla Conferenza Nazionale di Statistica. L’ISTAT ha organizzato un piccolo spazio di interazione informale (Agorà) in cui incontrare “il movimento open data”, che è un modo elegante per indicare Flavia Marzano (blog) – in rappresentanza di Datagov.it – e me – in rappresentanza di Spaghetti Open Data. In questi giorni ho provato a ricapitolare le discussioni fatte in ... Continua a leggere…

Oggi con Rita BErnardini al convegno Fammi Sapere su trasparenza, open data e anagrafe pubblica degli eletti

Oggi intervengo assieme a Rita Bernardini al convegno “Fammi Sapere: la Trasparenza della Pubblica Amministrazione: Internet, Open Data, Anagrafe pubblica degli Eletti”, organizzato dal Consorzio Solidarietà soc. coop. ONLUS, InformaEtica e dal Comune di Senigallia. Si tratta di un evento che, come si può vedere dalla lista dei relatori (http://fammisapere.info/relatori/) raduna molti dei protagonisti del nascente movimento degli Open Data ... Continua a leggere…

Mappe libere con OpenStreetMap

OpenStreetMap è “una mappa liberamente modificabile dell’intero pianeta. Il progetto è stato avviato perché la gran parte delle mappe che si credono liberamente utilizzabili hanno invece restrizioni legali o tecniche al loro uso e ciò ne impedisce l’uso per scopi produttivi, creativi o inattesi”. Al contrario, tutte le informazioni raccolte da OpenStreetMap possono essere usate liberamente secondo i termini della ... Continua a leggere…

A Senigallia si è parlato di Open Data

Sabato 20 novembre 2010 sono stato invitato al convegno Fammi Sapere organizzato da Informaetica e dal Comue di Senigallia per parlare di Open Data. Come molti di voi sapranno, il tema dell’Open Data, unitamente a quello dell’Open Government, mi appassionano molto. Ho, quindi, accettato con grande entusiasmo l’invito rivoltomi da Marco Scaloni per parlare al [...] Continua a leggere…

Paradisi: il problema non sono gli abusi di Monachesi ma i silenzi di Ceresoni

C’è da restare increduli di fronte alle parole sfacciate del presidente Monachesi e dell’Italia dei valori. Per i quali, evidentemente, le leggi per gli altri si applicano e per loro si interpretano. Continua a leggere…