La prossima volta che vi fate un giro sul Lungomare, oltre a coprirvi bene, portate con voi una copia del Piano degli Arenili. Fa fino e non impegna, ma soprattutto permette interessanti osservazioni. Ad esempio, confrontare quel che c’è in spiaggia d’inverno con quel che dovrebbe (o non dovrebbe) esserci secondo il regolamento.

In questa lettera al Sindaco abbiamo chiesto conto di alcune apparenti incongruenze tra la situazione attuale (documentata in queste foto) e le disposizioni del Piano degli Arenili.
Il Sindaco ha risposto confermando i nostri dubbi sulle strutture da rimuovere durante l’inverno. Tra i manufatti che non possono rimanere in spiaggia: le docce e i box doccia, le strutture verticali pericolose o di forte impatto visivo, le strutture ricreative che non siano mantenute in maniera decorosa e sicure.
È dunque chiaro: molti tratti di spiaggia in concessione sono lasciati in palese violazione della norma. E non mancano i casi di sporcizia e degrado.

A questo punto la domanda è: come intende muoversi l’Amministrazione?
Al momento – precisa il Sindaco – «sono stati attivati specifici controlli, d’intesa con la Capitaneria di Porto e la Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici. All’esito dei controlli saranno assunti i provvedimenti del caso».
Chiediamo all’Amministrazione di sanare al più presto le situazioni irregolari, irrogare le relative sanzioni e darne conto alla cittadinanza.

A giudicare dalle reazioni, dai commenti e persino dalle sensazioni, il convegno di questa mattina, “La raffinazione dei rifiuti“, è stato un discreto successo. Tre ore dense di idee, interrogativi e molte risposte, soprattutto tecniche.

Dopo l’intervento iniziale del dr. Paolo Plescia hanno preso la parola l’arch. Antonio Minetti, dirigente del Servizio Ambiente della Regione Marche, che sostituiva l’assessore Marco Amagliani, e l’assessore provinciale Marcello Mariani. Dopo le domande del pubblico e prima delle conclusioni del moderatore prof. Enrico Evangelista, sono seguiti gli interventi dei candidati a Sindaco di Senigallia, Primo Gazzetti, Fabrizio Marcantoni e Massimo Marcellini. Roberto Mancini aveva comunicato l’impossibilità ad intervenire, mentre era assente Maurizio Mangialardi.

Lasciamo ai lettori la possibilità di ascoltarsi (o riascoltarsi) l’intero convegno. A breve pubblicheremo le slide della presentazione del dr. Plescia con il suo commento in voce. Intanto buon ascolto.

Finalmente lo hanno fatto. Dopo 6 anni di palesi violazioni, e dopo tre mesi che ne chiediamo l’applicazione, il regolamento sulla trasparenza dei redditi e patrimoni degli amministratori locali torna ad essere rispettato. O almeno, lo si inizia a rispettare.

31 dichiarazioni dei redditi e dei patrimoni (quelle di tutti e 30 i Consiglieri, più il Sindaco) sono ora nelle mani della Presidenza del Consiglio Comunale che, assieme alla Segreteria Generale, dovrà pubblicarne un estratto nel previsto bollettino.
Al contempo sta arrivando anche la documentazione dei rappresentanti del Comune negli Enti collegati. Continua a leggere…

Agli organi di Stampa
LL.SS.

Per una mattina saremo fuori dal web, scendendo in piazza con iniziative tradizionali, come questo convegno. Un modo diverso da Internet per far conoscere ai nostri concittadini idee, iniziative e materiali che da anni sono in rete”. E’ questo quanto dichiarano gli organizzatori dell’incontro-dibattito, Marco Scaloni e Gianluigi Mazzufferi, che propongono il tema: “La raffinazione dei rifiuti. Tecnologie disponibili per valorizzare oggi i rifiuti”. Continua a leggere…