La campagna italiana di Grecia - Liceo Scientifico "E. Medi" - Senigallia

Una bella platea di giovani, come si conviene al Liceo Scientifico “E. Medi” di Senigallia, ha dato pieno riscontro all’iniziativa voluta dalla professoressa Eleonora Carbonari.

Con “Memorie di un testimone – La campagna italiana di Grecia (1940-1941)“, al centro di questa significativa occasione è stato il professor Giuseppe Amati, già preside del Liceo Classico “Perticari”, che ha combattuto sul fronte greco la Seconda Guerra Mondiale, prima con le nostre truppe  e poi con i partigiani. Oggi lucidissimo pensionato, con il grado di Generale, ricorda con umanità ed incisività quegli anni e quelle straordinarie esperienze. Continua a leggere…

Ieri, in TV, addirittura in prima serata.

Giuseppe GiuliettiInvitato dalla Scuola di Pace “Vincenzo Buccelletti” di Senigallia, Giuseppe Giulietti, giornalista RAI e parlamentare, è intervenuto sul tema “Informazione, conoscenza e verità”. Premessa all’incontro, che lo rendeva particolarmente attuale, lo stato dell’informazione “di massa” in Italia: cronaca nera ossessivamente riportata in prima pagina, con dovizie di particolari; rincorsa al sensazionale, allo scandalo; alla morbosità, si potrebbe dire alla necrofilia.

I giornali e la stessa televisione pubblica omologata a riprendere poche voci, mentre qualsiasi punto di vista critico e divergente viene condannato al silenzio e alla marginalità. Dunque appare fondamentale allenare il proprio senso critico, frequentare la realtà fuori dagli schermi TV, e ricercare le informazioni in Rete. Continua a leggere…

Suonano da dio,
Non mordono,
Sono biodegradabili,
Consumano poco,
Radunano le folle (e i folli)…

… Che aspettate a diventare fans dei VELVET PLAGUES?

velvet-plagues-1-low

Fronte copertina (clicca l’immagine)

Continua a leggere…

Dopo venticinque secoli, finalmente giustizia è fatta.
La Consulta ha stabilito che il decreto del Re Creonte era costituzionale e la fuorilegge fu Antigone. La giovinetta ribelle è stata condannata a quindici anni di reclusione, al pagamento delle spese processuali e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.
Soddisfatto il Re: “il decreto era stato scritto da Alfano e controfirmato da Napolitano, io ho la coscienza a posto. Potevamo risolvere le cose in famiglia, ma quella ragazza è una testarda nata”.
Lo sfogo di Antigone prima di entrare in carcere: “è una vergogna che la giustizia sia così lenta in questo Paese, spero solo che la vicenda mia e di mio fratello serva ad esempio. Se a Rebibbia fanno usare internet in cella, forse aprirò un blog…”. Continua a leggere…

Da qualche tempo il giornalista senigalliese Claudio Cavallari conduce una personale battaglia contro i blogger, da lui graziosamente definiti “leccaculo”, “ruffiani del regime”, “fuori legge” e “servi del potere politico”.

Secondo lui, la libera manifestazione di pensiero su internet è per forza militanza politica, al servizio di chissà quale regime. Dietro la maschera dell’anonimato (anonimato?) noi ci sentiremmo liberi di insultare chiunque (quando? come?), mentre i giornalisti veri, come lui, devono sottostare a precise leggi e regole di deontologia professionale.
La questione, promette Cavallari, sarà materia di dibattito alla prossima assemblea regionale dell’Ordine dei Giornalisti, prevista ad Ancona il prossimo sabato 21 marzo.
Benissimo. Noi blogger vogliamo portare elementi utili al dibattito ed aiutare Claudio a chiarire la situazione anche coi suoi colleghi giornalisti.
Per questo abbiamo spedito un esposto all’Ordine dei Giornalisti di Ancona e all’Autorità Garante della Privacy a Roma, riguardo alla condotta dello stesso Cavallari ed ai contenuti del suo sito.
Saranno l’Ordine e il Garante a valutare se siamo noi i “fuori legge” e in che modo Cavallari interpreti le regole della “deontologia professionale”.

Nel frattempo, ognuno può farsi un’idea. Buona lettura. Continua a leggere…

Cosa sono gli OGM?

Con questo termine si intendono organismi in cui sono state introdotte molecole di DNA utilizzando le tecniche dell’ingegneria genetica. Queste tecniche consentono di tagliare e cucire le molecole di DNA e di integrarle nei cromosomi di un organismo, che diventa così “geneticamente modificato”.
I microrganismi sono stati i primi ad essere stati modificati geneticamente e sono alla base della produzione di molti farmaci, vaccini e altre molecole utili.
Comunemente, però, quando si parla di OGM ci si riferisce alle piante geneticamente modificate (PGM). Queste sono state ottenute per la prima volta nel 1983 e sono coltivate dal 1996 (USA). Nel 2007 la loro coltivazione ha interessato circa 120 milioni di ettari e più di un milione di agricoltori in decine di Paesi nel mondo: una diffusione rapidissima.

vitrotabacco08
Piantine di tabacco che crescono in vitro. Le piantine verdi sono geneticamente modificate e resistono ad una sostanza tossica presente nel terreno di coltura.

Continua a leggere…

Panel test olio d'oliva - il bicchierePer quel poco che è la mia esperienza, derivante dalle solite discussioni sull’argomento olio, mi sono trovato frequentemente di fronte ad una posizione del consumatore finale nient’affatto condivisibile. Per questo ne scriverò ora in quanto credo che l’obiezione più diffusa vada respinta, o meglio, adeguatamente corretta.
Capita infatti di osservare alcuni consumatori, più acculturati, riferendosi al loro olio, si esprimono così: “L’ho fatto analizzare; i risultati sono stati soddisfacenti e quindi è buono!” Questa non è solo una affermazione che esce qualche volta dalla bocca del consumatore, ma anzi, più di frequente, l’ho ascoltata da alcuni produttori. Costoro hanno tutto l’interesse di chiedere, per poi esibirlo agli acquirenti, un certificato d’analisi per i principali parametri, acidità, polifenoli, costanti spettrofotometriche, etc. Continua a leggere…

E’ passato più di un mese da quando, uscito di casa sotto la pioggia, mi sono recato nei medesimi luoghi dove avevo scattato le fotografie del precedente post.
Ora c’è poco, pochissimo da scrivere.

Ristagno d’acqua su Via delle Saline (Senigallia)Ristagno d’acqua su Via delle Saline (Senigallia)
Ristagno d’acqua sulla strada delle Saline, da poco rinnovata; a sinistra a dicembre 2008; a destra un mese dopo

Continua a leggere…