L’idea di Cicconi Massi, per l’istituzione di “parcheggi rosa” a beneficio delle donne in gravidanza, mi pare interessante, ed anzi potrebbe essere estesa ad altre categorie deboli.
Per far contenti i consiglieri Bittoni, Cameruccio, Girolimetti, Massacesi, Mastrantonio, Schiavoni e tutta la Confraternita degli Amici dell’Embrione, vorrei proporre di

– Tutelare allo stesso modo le donne fin dai primi istanti della gravidanza, in quanto portatrici di ovuli fecondati e dunque di embrioni;
– Riservare parcheggi gratuiti agli uomini in età fertile, in quanto produttori di spermatozoi, ovvero di potenziali papà di embrioni, e dunque anch’essi una categoria debole.

Ho letto molto sulla discussione tra la Santanchè e l’Imam Ali Abu Shwaima, ma l’unica considerazione che mi viene da fare è questa:

– dopo lo scontro su Sky, alla Santanchè è stata data addirittura una scorta, il che dovrebbe significare che qualcuno sta mettendo in grave pericolo la sua incolumità.
– si deduce quindi che il suddetto Imam ha fatto gravi minacce alla persona dell’onorevole di AN.

Da questi due dati di fatto la magistratura dovrebbe trarre qualche conclusione ed aprire una indagine sul suddetto Imam perchè nessuno può andare in giro a minacciare altre persone, perdipiù una parlamentare.
Delle due una: o dare la scorta alla Santanchè è un atto assolutamente ingiustificato, oppure bisogna prendere dei provvedimenti nei confronti di chi incita alla violenza verso coloro che non la pensano come se stessi (una volta si chiamavano fascisti, oggi fondamentalisti).

Tertium non datur.

L’iniziativa dei nostri fornitori di gas metano (un tempo il Comune, ora la società Prometeo) ha sollevato qualche perplessità. Per questo motivo ne scriviamo. Non è detto che qualcuno tra i nostri amici non riesca a darci una spiegazione plausibile. Continua a leggere…

Sono ancora vivi nella memoria gli avvenimenti che ci hanno tenuto col fiato sospeso nell’agosto scorso, mentre si consumava una feroce azione di guerra tra Israele e Libano. Qui si combatte da sempre per interessi che nascono da lontano, da una parte il blocco degli stati arabi, dall’altra il leone israeliano, appoggiato dagli alleati occidentali. Spesso ci scordiamo di questa fetta di mondo, così vicina ma tanto lontana, perché troppo spesso appaiono in televisione ai nostri occhi scene di paesaggi quasi lunari, nella loro devastazione; e immagini di mura diroccate, persone disperate in pianto, fucili levati al cielo, carri armati e soldati creano di giorno in giorno nella nostra mente un’idea distorta e imprecisa di questa terra. Continua a leggere…

Oggi navigando sul web ho scoperto “Camillo”, il blog di Christian Rocca, a questo indirizzo:

http://www.ilfoglio.it/camillo/

Alcuni si chiederanno chi sia Christian Rocca; io non conosco bene la sua biografia, ma so che è un giornalista del “Foglio” di Giuliano Ferrara molto informato sui temi della geopolitica e soprattutto sugli avvenimenti riguardanti gli Stati Uniti. Continua a leggere…

Quanto scritto il 29 settembre scorso sembra che abbia suscitato qualche interesse tra chi frequenta il nostro sito web, ma anche nel “palazzo”.

In questo nuovo post è il caso di raccontare che tre giorni prima di pubblicare il pezzo sul blog avevo scritto al Sindaco. Anzi avevo creduto di scrivere al Sindaco imbucando una mail nella apposita casella del sito web del Comune di Senigallia. Purtroppo solo molti giorni dopo, a seguito di una telefonata del Dr. Eros Gregorini, ho appreso che anche quel contatto aveva avuto delle difficoltà. Anzi la lettera non l’aveva mia ricevuta!

Pertanto il 3 ottobre ho provveduto ad nuovo invio, stavolta inoltrando la mail al collaboratore del primo cittadino. Ne riporto il testo qui. Continua a leggere…

Cos’è la realtà?

Per ogni uomo è reale ciò che percepisce attraverso i sensi: vista, udito, tatto, olfatto e gusto.

Ma cosa ci garantisce che queste percezioni siano reali? Anche nel sogno noi pensiamo di avere delle percezioni sensoriali, ma il sogno è dunque reale?

Cosa succederebbe se un giorno vedessimo la nostra realtà regredire, se vedessimo delle banconote con la faccia del nostro datore di lavoro al posto di quella di un presidente morto? Se vedessimo scomaprire tutto ciò che noi riteniamo reale e comprendessimo che la nostra realtà non è reale, ma soltanto un pensiero, un sogno o forse un incubo? Continua a leggere…

La prima finanziaria del secondo governo prodi può essere deifnita in tanti modi, ma sicuramente non è una manovra coraggiosa.

E’ vero che la situazione finanziaria del paese è molto difficile, soprattutto dopo gli anni di finanza creativa di Tremonti e soci, ma, come al solito, si è scelta la via più facile per diminuire il deficit pubblico: aumentare la tassazione.

Ma andiamo ad analizzare voce per voce la finanziaria: Continua a leggere…